Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Ediser

Ottobre 2016

rivista: Giornale della Libreria

pagine: 36

Essere industria – e non a caso abbiamo posto al centro di questo numero una mappa del nostro mondo – significa mettere in evidenza questo nostro ruolo: siamo un’industria che anche in anni di contrazione del mercato ha avuto la capacità di innovarsi, di diventare più efficiente, di scoprire nuovi autori e valorizzare nuovi generi, di proiettarsi verso mercati emergenti, di far propria e di incorporare l’innovazione nei nostri processi produttivi e distributivi. Potevamo fare meglio? Certo! Ma proprio per questo rivendichiamo, e lo rivendichiamo a pari livello, il nostro impegno a fare e essere cultura. E al tempo stesso industria.

Maggio 2016

rivista: Giornale della Libreria

pagine: 36

«Pubblicando oggi il primo numero del Giornale della Libreria, crediamo utile indicarne brevemente i propositi». Così cominciava l’editoriale del primo numero del GdL del 1° gennaio 1888. Anonimo ma probabilmente scritto da Emilio Treves.

Aprile 2016

rivista: Giornale della Libreria

pagine: 40

L’editoria per bambini e ragazzi continua a essere uno dei segmenti trainanti del mercato editoriale italiano e lo Speciale Universo ragazzi del Giornale della Libreria si propone di restituirne un’immagine variegata e poliedrica. Dai dati di mercato a quelli sulle iniziative di promozione della lettura, dai personaggi globali diffusi dal licensing alle tecniche di stampa, fino all’evoluzione delle librerie e delle biblioteche specializzate e alla maggiore diversificazione dei gusti dei piccoli lettori. Il risultato è un numero denso d’informazioni, capace di evidenziare le tendenze maggiori del settore, di indagarne le caratteristiche peculiari e tracciarne le ragioni del successo. Sia quelle imprescindibilmente legate al segmento, che quelle esportabili anche nell’ambito della cosiddetta «editoria maggiore».

Rapporto sullo stato della piccola editoria 2014

di Peresson Giovanni

editore: Ediser

pagine: 39

Piccoli ma grandi innovatori

Rapporto sullo stato della piccola editoria 2014

di Peresson Giovanni

editore: Ediser

pagine: 39

Piccoli ma grandi innovatori

Occhi su Bruxelles

rivista: Giornale della Libreria

fascicolo: Dicembre 2014

di Lorenza Biava

Il 9 dicembre prossimo a Bruxelles si decidono le sorti del mercato del libro e della lettura digitale: quella data, in cui si riunirà il Consiglio Ecofin, in futuro potrebbe rappresentare una pietra miliare per la fine della disparità di trattamento fiscale che oppone libri di carta e libri digitali. Oppure no, e in tal caso l’Italia potrebbe anche decidere di non adeguarsi al giudizio europeo. Al momento in cui scriviamo, la metà di novembre, non abbiamo modo di sapere quali saranno le sorti dell’istanza, ma possiamo dire fin d’ora che, qualunque siano gli esiti dei passi intermedi che ci porteranno al Consiglio Ecofin, è intenzione dell’Associazione italiana editori sostenere con tutte le proprie forze la campagna Un libro è un libro, lanciata per dire no alla discriminazione che nega agli e-book la dignità di oggetto culturale, equiparandoli invece a software e videogames. Proprio in questi giorni l’iniziativa è al rush finale. L’abbiamo ripercorsa con Laura Donnini, vice presidente di Aie e uno dei promotori del progetto per l’Associazione.

I nuovi editori

rivista: Giornale della Libreria

fascicolo: Settembre 2013

di Luca Conti

Il mondo dell’editoria libraria sta attraversando un momento di cambiamento epocale. Il libro, seppur con una concorrenza mai vista prima in termini di attenzione, tra videogame, film on demand e social network, mantiene un ruolo insostituibile nell’intrattenimento e nell’acquisizione di nuova conoscenza. Chi non se la passa altrettanto bene sono gli editori tradizionali e le vecchie librerie, in difficoltà nel far quadrare i conti con la crisi del sistema paese Italia e il calo dei consumi e nel passaggio a forme di contenuto sempre più digitali. In questo scenario apparentemente critico, nuove professioni stanno cominciando a emergere, per soddisfare nuovi bisogni o semplicemente seguire il lettore su nuove piattaforme per continuare il lavoro di sempre: cura di contenuti, proposte di qualità, ascolto e relazione con il lettore. In uno scenario macroeconomico difficile, alcuni segnali fanno ben sperare sul futuro del libro, qualsiasi forma esso debba avere nella sua naturale evoluzione. Il primo segnale positivo viene dal commercio elettronico, settore in cui l’Italia è sempre stata agli ultimi post in Europa. Il rapporto 2013 sull’e-commerce in Italia redatto da Casaleggio Associati vede l’editoria proiettata su un +18% di crescita rispetto al 2012. Un dato in controtendenza rispetto al complesso del mercato editoriale, segno di come Internet possa diventare un canale sempre più importante, anche per la vendita di libri. Il settore dell’editoria sta in media rispetto all’andamento di altri settori, tra il tempo libero quasi piatto al +4% e l’arredamento previsto a +31% sull’anno precedente, ma superiore al turismo (+15%), da sempre uno dei segmenti più sviluppati on line.

Stampare in digitale

rivista: Giornale della Libreria

fascicolo: Maggio 2012

di Elisa Molinari

L’abbassamento del numero delle tirature (quella media è di 2.7oo copie; nel 1990 di 5.000), la richiesta di una qualità di stampa elevata, interfacce facili da usare: queste alcune delle nuove esigenze che stanno emergendo in campo editoriale. Una delle soluzioni più interessanti è rappresentata dalla stampa digitale, tecnologia che negli ultimi anni ha conosciuto una crescita esponenziale sia a livello quantitativo che qualitativo. I vantaggi? L’abbattimento dei costi di magazzino e dell’invenduto, la riduzione del time to market e l’apertura a nuovi canali di vendita e nuove nicchie di mercato. Ne abbiamo parlato con i fornitori di tecnologia e stampatori per conoscere caratteristiche e punti di forza di questo settore.

La promozione passa dal web

rivista: Giornale della Libreria

fascicolo: Febbraio 2011

di Ilaria Barbisan

Negli ultimi mesi stanno crescendo sempre di più le iniziative editoriali di promozione dei libri attraverso Internet e le nuove tecnologie.

Quando il prodotto è il contenuto

rivista: Giornale della Libreria

fascicolo: Ottobre 2009

di Redazione

Nella trasformazione e nella progressiva internazionalizzazione dell’editoria italiana sorgono nuove realtà innovative come Atlantyca Entertainment. Nata dalla decisione di Pietro Marietti di focalizzare in una struttura autonoma rispetto all’ufficio diritti di Piemme i diritti esteri, di animazione di licensing di Geronimo Stilton – e sostanzialmente posizionata nel settore bambini e ragazzi fino alla fascia dei «giovani adulti» – è oggi una realtà paradossalmente difficile da definire, e da collocare rispetto alle tradizionali funzioni che caratterizzano le imprese della filiera editoriale, come avremo modo di vedere da questa lunga conversazione con Claudia Mazzucco.

Galassia Gutenberg

rivista: Giornale della Libreria

fascicolo: Marzo 2008

di Emilio Sarno

Dal 28 al 31 marzo 2008 Galassia Gutenberg proporrà incontri, libri, mostre, personaggi ed eventi per racconare i mille aspetti del rapporto tra la natura e la cultura nel senso più ampio del termine: dai temi evoluzionisti, all'ambiente, dall'alimentazione alla tecnologia, a come le religioni hanno trattato e rappresentato questo snodo di natura e cultura.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.