Il tuo browser non supporta JavaScript!
Innovazione

Blopolis, il primo social media italiano dedicato agli scrittori

di Redazione notizia del 13 aprile 2022

Attenzione, controllare i dati.

Blopolis è il primo social network italiano dedicato a chi ama scrivere e nasce con l’obiettivo di offrire agli scrittori l’opportunità di far conoscere le loro opere e di guadagnare senza mediazioni o barriere a volte imposte dalle piattaforme tradizionali e dagli algoritmi dei canali digitali. 

Blopolis è uno spazio digitale in cui chi scrive può mostrare il proprio lavoro e condividerlo con chi vive la stessa passione e con chi ama leggere e acquistare i libri. A differenza dei social network dedicati agli amanti della letturadel social reading, la nuova piattaforma si rivolge a chi i libri li scrive: con Blopolis il successo di uno scrittore o di un’opera sono legati al talento e alla capacità di conquistare in modo diretto il pubblico dei lettori. Quanti più blop – sarà questo il sistema che segnala le reazioni positive del pubblico – si conquisteranno, tanta più visibilità e riconoscimenti si avranno all’interno del social.

Una dinamica che ricorda quella tipica di Wattpad, la piattaforma social famosa per aver dato particolare risalto al fenomeno della fanfiction e che nel 2013 ha fatto di Anna Todd, ventenne americana, autrice della celeberrima saga After, pubblicata poi da Simon & Schuster (in Italia da Sperling & Kupfer) e diventata un best seller da oltre 11 milioni di copie vendute in 36 Paesi.

Blopolis nasce da un’idea di Saro Trovato, sociologo, esperto di media e già fondatore di Libreriamo, la community nata dieci anni fa dedicata ai libri e alla cultura a 360 gradi: «Abbiamo voluto metaforicamente creare una «città virtuale» totalmente abitata dagli amanti del mondo del libro. I booklover avranno a disposizione un ambiente totalmente dedicato a chi ama scrivere e leggere. La vita in Blopolis si svolgerà confrontandosi costantemente con persone che vivono e condividono questa passione. È naturale che se non si amano i libri è inutile venire a vivere in Blopolis. La moderazione della piattaforma cercherà di evitare in tutti i modi la presenza di profili non interessati al progetto, escludendoli qualora violino l’essenza stessa della vita cittadina. Non importa dove ci si trovi fisicamente, Blopolis permetterà di essere vissuta 24/7 per 365 giorni all’anno. Le luci della città non saranno mai spente».

Per entrare a far parte della community basterà accedere alla homepage e immergersi nella metropoli virtuale. Sarà sufficiente iscriversi e, attraverso il proprio profilo, scegliere di scrivere un racconto, una poesia, una recensione da pubblicare immediatamente.

I libri pubblicati potranno essere supportati da booktrailer o altro materiale audio/video e potranno essere acquistati direttamente da Amazon e, prossimamente, attraverso altri canali distributivi e-commerce e fisici.

Il nuovo social network nasce anche come strumento di «editoria fluida», in linea con le nuove esigenze e le profonde trasformazioni del mercato del libro. La piattaforma rappresenterebbe non solo un’opportunità per gli scrittori, che avranno possibilità di pormuovere il loro lavoro in autonomia e in modo libero, ma anche per gli editori, i quali potranno dare spazio al loro catalogo e allo stesso tempo scoprire nuovi talenti da proporre al mercato.

Come si legge nel comunicato, Blopolis si pone l'biettivo di sostenere il self-publishing e il crowd-publishing e di creare un legame tra gli storyteller e il mondo delle aziende.

Brand e società, infatti, potranno usufruire della piattaforma affidandosi a scrittori professionisti o, semplicemente, ad amanti della scrittura, per creare progetti ad hoc per i loro prodotti. Le aziende, viceversa, potranno sostenere la pubblicazione di nuovi autori o dei libri in crowd-sourcing tematici o legati all’impegno sociale e ambientale.


Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.