Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Editoria turistica

Nuovi orizzonti e consolidate certezze

rivista: Giornale della Libreria

fascicolo: Maggio 2007

di Redazione

Dall’11 gennaio scorso è diventata operativa la partnership tra Touring Editore e Giunti. Di questo nuovo assetto, delle prospettive future e delle novità a venire abbiamo parlato con Martino Montanarini, amministratore delegato di Touring Editore.

Scene d'altri tempi

rivista: Giornale della Libreria

fascicolo: Maggio 2007

di Redazione

Da quattro decenni Vision si occupa di «editoria archeologica » attraverso la realizzazione di volumi che propongono la ricostruzione dei più importanti siti antichi d’Italia e del Mediterraneo. Ne abbiamo parlato con Federico Schneider, direttore editoriale.

Così lontano ma così vicino

rivista: Giornale della Libreria

fascicolo: Maggio 2006

Autori vari

E gli editori specializzati nel segmento hanno accettato la sfida: Lapis con le guide turistiche per bambini; White Star con il turismo illustrato per viaggiare in poltrona; Effemme e Fbe con l'intramontabile letteratura di viaggio; Ats e Sillabe proponendo guide specifiche per le città d'arte.

Multilingue e multitarget

rivista: Giornale della Libreria

fascicolo: Maggio 2006

di Redazione

Fin dagli esordi Bonechi ha sempre mantenuto nella sua produzione editoriale di guide alcune caratteristiche che ancora oggi ne contraddistinguono il catalogo: focalizzate sui patrimoni artistici e naturali, non solo italiani, le guide hanno testi di facile comprensione con edizioni in lingua, un ricco supporto iconografico, una rete distributiva capillare e prezzi accessibili.

Turismo culturale: dall'utile al futile

rivista: Giornale della Libreria

fascicolo: Maggio 2006

di Guido Savarese

Nello scenario del declino irreversibile dell’Occidente manifatturiero, l’economia turistica – già oggi tre volte più consistente, in Italia (secondo stime Confesercenti), tanto del sistema moda che di quello agroalimentare – assume, dunque, un rilievo che sarebbe scellerato demandare ancora all’improvvisazione corporativa.

Turisti nella rete o turisti della rete?

rivista: Giornale della Libreria

fascicolo: Maggio 2007

di Paola Mazzucchi

Nessun settore come quello del turismo, al centro del quale c’è l’esperienza del viaggio, potrebbe sfruttare al meglio le opportunità aperte dal Web 2.0 per creare sinergie e nuovi servizi a valore aggiunto. In questo articolo affrontiamo il tema del viaggio e del viaggiare proprio da questa prospettiva, scoprendo gli strumenti a disposizione dei viaggiatori, ma anche degli editori, e le frontiere più estreme del turismo.

Viaggiare: tra rete e Paesi

rivista: Giornale della Libreria

fascicolo: Maggio 2007

di Giovanni Peresson

Gli editori italiani di guide turistiche, nonostante i 1.729 titoli pubblicati nel 2005 (Tabella 2), contano su una platea di potenziali acquirenti significativamente più piccola di quella cui possono puntare altre editorie europee. Gli italiani che dichiarano di fare «vacanze organizzate » sono 21,8 milioni di persone, pari al 43% della popolazione. Tra i tedeschi sono il 68%, e tra i francesi il 59% (Fonte: Astra ricerche, per Costa crociere). Per di più, gli editori italiani si trovano a presidiare un mercato in cui l’acquisto di una guida di viaggio rappresenta una delle ultime preoccupazioni nel comporre valigia o zaino.

Mare che passione

rivista: Giornale della Libreria

fascicolo: Febbraio 2007

di Redazione

Chilometri e chilometri di costa fanno dell’Italia un paese di amanti del mare. Complice anche una temperatura spesso mite per buona parte dell’anno su gran parte delle fasce costiere, il mare rappresenta la meta ideale per trascorrere le proprie vacanze. Secondo i dati Istat relativi agli anni 2002-2004 poco meno della metà degli italiani sceglie il mare per trascorrere le proprie vacanze – anche le più brevi. E il trend è in costante crescita: il 45,3% nel 2002, il 46,2% nel 2003 e il 47,2% (circa 28.481.000 persone) nel 2004. Se poi consideriamo le vacanze con almeno quattro notti la percentuale cresce, per il 2004, a 57,7%. E cresce anche il numero di chi – sul mare – ci naviga. Il rapporto 2005 di Ucina – l’Unione nazionale cantieri e industrie nautiche ed affini – riporta per il 2005 un incremento di 2.297 imbarcazioni registrate rispetto all’anno precedente. Si arriva così ad avere in Italia nel 2005 un parco imbarcazioni immatricolate di 73.311 unità, di cui 14.844 a vela e 58.294 a motore (oltre il 66% di quelle a vela e più dell’81% di quelle a motore non superano i 12 metri). Un interesse crescente di cui troviamo riscontri nello sviluppo dei cataloghi di piccole e specializzate case editrici, spesso le prime – per struttura e per passione – a soddisfare nuovi e specifici bisogni. Ne abbiamo parlato con Andrea Palombi (Nutrimenti); Nicoletta Zema (Effemme) e Fabio Bedin (FBE-Magenes).

Il buon vivere del terzo millennio

rivista: Giornale della Libreria

fascicolo: Maggio 2006

di Redazione

Se il turismo rimane una delle poche industrie forti del nostro Paese, il compito delle amministrazioni pubbliche e con esse degli editori specializzati nel segmento turistico sarà valorizzare non solo le grandi mete del turismo internazionale, ma anche i milioni di piccole bellezze nascoste di cui è ricca l’Italia. Ne abbiamo parlato con Alfieri Lorenzon, amministratore delegato di Touring editore che con la collana Tracce propone una nuova concezione di guida turistica.

Tra turismo culturale ed edicola

rivista: Giornale della Libreria

fascicolo: Ottobre 2005

di Giovanni Peresson

Le prospettive dell’editoria d’arte hanno oggi di fronte una serie molto articolata di aspetti con i quali gli editori italiani dovranno confrontarsi sia nei rapporti con la domanda e il mercato, sia in quelli con i soggetti istituzionali e il generale quadro normativo. Innanzitutto abbiamo la crescita del fenomeno del turismo culturale, poi la necessità di confrontarsi con la domanda di pensare, organizzare e gestire alcuni momenti espositivi: l’organizzazione della mostra, la realizzazione del catalogo, fino alla gestione e al marketing dell’evento. Infine il quadro legislativo, delle normative e tariffe in materia di uso delle immagini d’arte. E per ultimo il fenomeno – che ha toccato anche l’editoria d’arte – dei prodotti collaterali con risultati di vendita del tutto inaspettati e sorprendenti.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.