Il tuo browser non supporta JavaScript!
Librerie

Calano i consumi tengono i libri

di L. Biava notizia del 3 gennaio 2012

Attenzione, controllare i dati.

Come ci si aspettava il Natale 2011 non ha contribuito in maniera significativa a risistemare un anno, quello che ci lasciamo alle spalle, non certo esaltante per entità di consumi.
Natale magro quindi e consumi in calo durante le feste secondo le prime stime di Confcommercio. Resistono meglio di altri generi di consumo non primari i libri che, nonostante in generale calo di vendite nel 2011, sotto le feste hanno ritrovato i volumi di vendite dello scorso anno.
Secondo l'Ali (Associazione librai italiani), le vendite di libri nel 2011 hanno fatto registrare un calo rispetto a quelle dell'anno precedente, anche se il mercato ha parzialmente recuperato i volumi abituali nel periodo natalizio, confermando, nonostante l'avvento dell'e-book, l'abitudine degli italiani a considerare il libro tra i regali preferiti perché sempre gradito, utile ed economico.
Per quanto riguarda gli altri settori i cali più significativi si sono registrati nel comparto delle ristorazione, degli alimentari. In controtendenza i mercatini che nel comparto alimentare segnano una timida ripresa (+2%).

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.