Il tuo browser non supporta JavaScript!
Lettura

Leggere, sempre. Biblioteche di Roma e AIE insieme per la Festa del libro e del diritto d’autore

di Redazione notizia del 15 aprile 2021

Attenzione, controllare i dati.

Per celebrare la Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore, Biblioteche di Roma – nel suo 25esimo compleanno – organizza in collaborazione con l’Associazione Italiana Editori Leggere sempre: un festival in diretta streaming sul canale Youtube di Biblioteche di Roma che si terrà il 23 e il 24 aprile e sarà dedicato al piacere del leggere e alle biblioteche di pubblica lettura. Una due giorni con incontri e approfondimenti che condurranno i partecipanti in un viaggio tra i libri, le biblioteche e la città di Roma attraverso numerose letture realizzate in collaborazione con Romaeuropa Festival; un palinsesto che si inserisce all’interno dell’iniziativa Maggio dei Libri, organizzata dal Centro per il libro e la lettura.

«Leggere, sempre – ha dichiarato Lorenza Fruci, assessora alla crescita culturale del Comune di Roma – non è solo il bel titolo di questo festival ma anche la motivazione per cui in tutti i nostri quartieri c’è una biblioteca, fondamentale presidio di conoscenza. Leggere rappresenta la voglia di conoscere, la possibilità di scoprire il mondo. Crescita culturale e personale. La rete delle biblioteche a Roma racconta tanti punti di luce, per accendere il maggior numero possibile di intelligenze. La giornata mondiale del libro e del diritto d’autore è la giornata di tutti coloro che amano leggere, che credono nello scambio di pensieri fra esseri umani, una giornata che celebra la libertà»

Tante sono le testimonianze in programma: dall’argentino Alberto Manguel, bibliofilo cosmopolita, vicino a Jorge Luis Borges al Direttore della Biblioteca Bodleiana dell’Università di Oxford Richard Ovenden e ancora Marino Sinibaldi, autore dello storico format Fahrenheit e Presidente del Centro per il Libro e la Lettura; dalle accademiche Lina Bolzoni, Nadia Fusini, Letizia Muratori e Daria Galateria a scrittori che negli ultimi anni hanno conquistato lettori e riconoscimenti in tutto il mondo: Manuel Vilas, Melania Mazzucco, Nadia Terranova e Lidia Ravera. E poi tante letture di testi sul libro: Gustave Flaubert, Marguerite Yourcenar, Romano Guardini, Virginia Woolf, Herman Hesse, Isaac Asimov, Alberto Vigevani, Giuseppe Pontiggia e tanti altri. Qui il programma completo.

«La Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore – ha dichiarato Vittorio Bo, commissario del sistema delle biblioteche romane – rappresenta prima di tutto la difesa e la libertà del sapere dell’uomo. I libri sono, da secoli, il deposito delle memorie e delle storie dell’umanità e attraverso di essi conosciamo mondi, passioni, idee che ci vengono tramandate per essere interpretate da noi e portate nelle nostre vite, per consegnarle al futuro. Un concetto espresso chiaramente dalle recenti misure governative che consentono alle librerie e alle Biblioteche di restare aperte, anche nelle zone rosse, stabilendo un principio di non poco conto nel nostro Paese. E cioè il fatto che i libri, in Italia, costituiscono un bene essenziale al pari dei generi di prima necessità, fondamentali come un farmaco o un alimento. Una cura e una commestibilità ritenute risorse primarie».

«Per le Biblioteche di Roma – ha proseguito Bo – quest’anno la giornata del 23 aprile è ancora più significativa perché celebriamo un importante anniversario della nostra Istituzione, consapevoli del cammino percorso con le nostre biblioteche sul territorio e nelle carceri e con i nostri BiblioPoint. Con le sue quaranta biblioteche e un’ampia rete di strutture associate Biblioteche di Roma garantisce, infatti, libero accesso all’informazione e alla conoscenza, arrivando anche nelle zone più periferiche della città e costituendo un presidio di cultura e di socializzazione. Siamo particolarmente lieti della collaborazione con AIE anche in questa occasione, che consolida ulteriormente un’unione di intenti per la promozione del libro e della lettura, nel segno di un impegno comune per la cultura e la crescita del nostro Paese».

«Come editori, siamo felici di festeggiare la Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore accanto a una istituzione come Biblioteche di Roma che da 25 anni porta i libri in ogni angolo della nostra Capitale, la più grande e popolosa metropoli italiana» ha confermato il presidente di AIE Ricardo Franco Levi. «Insieme a editori e librai, le biblioteche hanno reagito prontamente durante la pandemia per preservare la centralità del libro nel nostro Paese e lo hanno fatto adeguando la loro offerta culturale attraverso il potenziamento dei canali digitali. Ci auguriamo che il loro ruolo continui a essere valorizzato, come lo è stato nel 2020, da tutte le istituzioni del nostro Paese e che venga confermato e stabilizzato anche per gli anni a venire il finanziamento per gli acquisti di libri nelle librerie di prossimità, misura proposta, richiesta e sostenuta da tutto il mondo del libro (Associazione Italiana Biblioteche, Associazione Italiana Editori e Associazione Librai Italiani), apprezzata e imitata in Europa, che ha contribuito a rafforzare il ruolo delle biblioteche e a sostenere la domanda».

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.