Come avevamo fatto sul Giornale della Libreria qualche tempo fa relativamente ai dati ADS (Accertamenti diffusione stampa) del mese di novembre 2015, Lelio Simi rielabora su DataMediHub i dati di dicembre 2015, indicando – nell’infografica – le diverse voci nella quale è suddiviso da ADS il «totale vendite (cartacee+digitale)»: «totale pagata», «vendita copie digitali» e «vendite multiple copie digitali».
L’ultima voce, che solitamente si riferisce alle copie diffuse in bundle (abbinamenti e promozioni offerti a grandi clienti come banche o associazioni), mediamente pesa sul totale non più dell’1,5%, ma per alcune testate l’incidenza è nettamente superiore. «Per il Sole 24 Ore il suo peso sul totale è del 37,5% (il valore assoluto è 126 mila copie) – scrive Simi –, per Italia Oggi il peso delle “vendite multiple copie digitali” è del 38,7% (21 mila copie)».
Il grafico è stato sezionato in due tranche per esigenze di leggibilità: la prima contiene i 25 quotidiani maggiori per «totale vendite», la seconda tutte le altre testate.

L'autore: Alessandra Rotondo

Dal 2010 mi occupo della creazione di contenuti digitali, dal 2015 lo faccio in AIE dove oggi coordino il Giornale della libreria, testata web e periodico in carta. Laureata in Relazioni internazionali e specializzata in Comunicazione pubblica alla Luiss Guido Carli di Roma, ho conseguito il master in Editoria di Unimi, AIE e Fondazione Mondadori. Molti dei miei interessi coincidono con i miei ambiti di ricerca e di lavoro: editoria, libri, podcast, narrazioni su più piattaforme e cultura digitale. La mia cosa preferita è il mare.

Guarda tutti gli articoli scritti da Alessandra Rotondo