Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina
Librerie

Jeff Kinney apre una libreria nella provincia americana ed...ecco perché è una buona scelta!

di Lorenza Biava notizia del 6 marzo 2015

Jeff Kinney, autore del bestseller Diario di una schiappa ha intenzione di aprire una libreria in Massachusetts quest’estate. La libreria sorgerà nella sua città natale (a sinistra il rendering), Plainville, ma non sarà un negozio a tema Schiappa. «So che molti si aspetterebbero una cosa simile, ma non sarebbe molto utile alla comunità» ha dichiarato Kinney al «Boston Globe».
Alla base della decisione c’è la convinzione dell’autore che le librerie siano proprio ciò di cui ogni piccola città ha bisogno. «Trovare una libreria è sempre più nella provincia americana. La gente non fa più compere in città, ma nei mega store delle periferie e così i centri cittadini si svuotano. Anche a Plainville, molte hanno chiuso e adesso la libreria più vicina alla città è a 20 minuti di macchina. Dato che in molti sentiamo la necessità di un luogo di incontro, di cultura e dove rinsaldare i vincoli della nostra comunità, ho deciso di cogliere la sfida».
Per quanto aprire una libreria in una città di appena 8 mila anime a poche miglia da Boston possa sembrare una piccola follia, la scelta – dati alla mano – non è poi così incauta. Secondo lo studio 2014 di Pew, infatti, la crescita della lettura digitale non implica per forza un conseguente calo della lettura su carta: nel 2014 aveva letto almeno un libro di carta il 69% degli americani (contro il 65% del 2012) a fronte di un 28% che aveva scelto il digitale (era il 23% nel 2012).  Non ci sarebbe dunque – almeno per ora – una relazione diretta tra sviluppo degli e-book (e, in senso lato, di tutto l’hardware necessario per fruirli) e l’abbandono della cara e rassicurante lettura su carta.
Ma c’è di più. Se i bilanci di due big del libro, Penguin Random House e Simon & Schuster, possono fornire qualche indicazione di mercato, allora dovremmo riflettere sullo stallo dei fatturati digitali degli ultimi mesi, segno – forse – che le crescite a due o tre zeri sono ormai un trend del passato e che il futuro che ci si prospetta è quello di (pacifica) convivenza tra carta e digitale.

L'autore: Lorenza Biava

Volevo fare l'astronauta, poi il dottore, ma un giorno di settembre ho iniziato a scrivere e la passione è diventata professione. Dalla cronaca di una città di provincia agli ultimi trend del mercato editoriale internazionale ho scritto e interpretato ben più di 50 sfumature di inchiostro (e di pixel!). Sono nerd per vocazione, amante delle serie TV e dei super eroi.

Guarda tutti gli articoli scritti da Lorenza Biava

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.