Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina
Librerie

Germania, i librai indipendenti lanciano una piattaforma di e-commerce

di Lorenza Biava notizia del 3 marzo 2015

Si chiama Genialokal.de ed è la piattaforma di e-commerce indipendente che sarà aperta dai librai tedeschi il prossimo 12 marzo in occasione della Leipzig Book Fair.
La piattaforma, come lascia intuire il brand, punterà molto sulla territorialità (il «buy local» degli americani) e nasce dal lavoro dell’affiatato gruppo di librerie indipendenti riunite nella cooperativa eBuch. Nata nel 2000 da 15 piccole e medie librerie indipendenti tedesche, oggi consta di oltre 650 membri ed è di fatto il più grande gruppo di acquisto di libri per il commercio al dettaglio del Paese.
La piattaforma, come Indiebound in America ha già fatto da tempo, si propone di aiutare le librerie aderenti a rendere più efficace la loro presenza sul Web. D'altra parte non era che una questione di tempo prima che venisse lanciata un'iniziativa del genere visto che, secondo le stime dell'Associazione degli editori e dei libri tedeschi, oltre l'80% dei punti di vendita stanno già vendendo libri fisici attraverso propri strumenti di e-commerce.
I clienti potranno scegliere direttamente a quale libreria appoggiarsi per l’acquisto dei libri oppure optare per essere indirizzati automaticamente a quella più vicina al luogo dove ci si trova. In questa fase cui aderiranno circa 480 indipendenti, non sono stati resi noti i dettagli commerciali dell’accordo ma è certo che i librai percepiranno una percentuale per ogni transazione effettuata, mentre la parte logistica e distributiva sarà gestita dal partner Libri.
Si tratta di un passo importante per il mercato librario tedesco che conferma un trend in atto da qualche anno nel Paese. Contrariamente a quanto sta accadendo in altri mercati, infatti, in Germania stiamo assistendo ad una piccola rivoluzione per quanto riguarda il mix dei canali di vendita.
Per la prima volta dopo parecchi anni, secondo i dati della Börsenverein des Deutschen Buchhandels, la libreria fisica sta crescendo di più dell'e-commerce: nel 2013 ha guadagnato un punto percentuale arrivando a pesare il 48,3% mentre il peso dell'e-commerce è calato e le librerie on line fanno oggi il 16,5% del mercato, una tendenza confermata anche nei primi mesi del 2014.
Accanto a ciò continua anche la ristrutturazione dei canali retail con la diminuzione del numero di punti vendita fisici che si stanno piuttosto ristrutturando verso superfici commerciali più piccole dove, come in Italia, si registra la crescita degli spazi non dedicati alla vendita diretta di libri.

L'autore: Lorenza Biava

Volevo fare l'astronauta, poi il dottore, ma un giorno di settembre ho iniziato a scrivere e la passione è diventata professione. Dalla cronaca di una città di provincia agli ultimi trend del mercato editoriale internazionale ho scritto e interpretato ben più di 50 sfumature di inchiostro (e di pixel!). Sono nerd per vocazione, amante delle serie TV e dei super eroi.

Guarda tutti gli articoli scritti da Lorenza Biava

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.