Il tuo browser non supporta JavaScript!
Librerie

Cartello Apple, indagati cinque editori

di G. Pepi notizia del 15 dicembre 2011

Attenzione, controllare i dati.

Aumentare il prezzo degli e-book e battere Amazon. Sembra questo il movente del presunto cartello concordato da Apple e cinque editori: Hachette Livre, Harper Collins, Simon & Schuster, Penguin, Verlagsgruppe Georg von Holtzbrinck. A sospettarlo è la Commissione europea, che ha aperto un'indagine.
Secondo l'accusa, nel 2010, anno di nascita dell'iPad e del collegato shop on line di libri, Apple avrebbe concordato una commissione del 30% sul prezzo fissato dagli editori. E questi si sarebbero messi d'accordo - violando le leggi antitrust europee - per tenerne alti i prezzi e invertire la corsa al ribasso avviata da Amazon (per il suo Kindle), a quei tempi ritenuta dalla Apple un rivale.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.