Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina
Fiere e saloni

Più libri più liberi: il programma professionale di venerdì 8 dicembre

di Redazione notizia del 8 dicembre 2023

Terzo giorno di Più libri più liberi, terzo giorno di incontri del polo professionale gestito dall’Associazione Italiana Editori che propone un programma di eventi in collaborazione con Aldus Up, più altri ancora nati dall'iniziativa di istituzioni e operatori della filiera sui temi più disparati del mondo editoriale attuale. Anche oggi, venerdì 8 dicembre, continuano i percorsi tematici iniziati nei giorni scorsi: uno riguarderà la lettura, con Se non basta più chiedere «Hai letto un libro?». Indagare la lettura nel Paese che cambia, alle 11.30 in Sala Aldus, per parlare di lettori e indagini sulla lettura. Il mercato del libro nelle sue varie sfaccettature verrà invece trattato nei due appuntamenti pensati per riflettere sull'intera filiera editoriale, Novità vs catalogo: quanto è lunga la coda dei libri, per ragionare sulla crescente importanza del catalogo nella composizione delle vendite, alle 15 in Sala Aldus, e È vero che in Italia pubblichiamo troppi libri?, per discutere di produzione e distribuzione. Ampio spazio sarà anche dedicato al fumetto, durante l'evento Dopo il botto. Lettori e libri di fumetti a tre anni dal boom di mercato, la presentazione dell'indagine a cura dell'Ufficio Studi AIE e della Commissione Comics e Graphic Novels di AIE, che analizzerà anche la capacità d’internazionalizzazione del fumetto grazie ai dati import export di settore.


Gli incontri di venerdì 8 dicembre:

10.30 SALA ALDUS
BUSINESS CENTRE
«Risguardi» numero uno: il corpo e l’anima delle librerie
Intervengono: Francesca Archinto (Babalibri), Emanuele Cappello (direttore commerciale gruppo Libraccio), Selena Daveri (responsabile commerciale di edizioni sur), Giorgio Gizzi (direttore editoriale di Risguardi e libraio della Libreria Arcadia), Manuela Stefanelli (direttrice della Libreria Hoepli)
A cura di ALI Promozione
In occasione dell’uscita del numero uno di «Risguardi», la rivista dei librai e delle libraie (ideata e progettata da ALI Promozione), una tavola rotonda sull’importanza e la necessità di comprendere lo spazio fisico e le scelte che stanno dietro alla proposta delle librerie per valorizzarne le specificità.

11.30 SALA ALDUS - Streaming sulla pagina Facebook di Più libri più liberi
Se non basta più chiedere «Hai letto un libro?». Indagare la lettura in un Paese che cambia
Intervengono: Marco Bo (Codice edizioni), Emanuela Bologna (ISTAT), Giuseppe Laterza (Forum del libro – Laterza editore)
Modera: Giovanni Peresson (ufficio studi AIE)
A cura di AIE
In collaborazione con Aldus Up
Quanti sono i lettori in Italia? È la domanda che continuiamo a porci per descrivere la lettura. La domanda su cui ci confrontiamo con gli altri Paesi, e tra istituti di ricerca diversi. Ma è davvero solo questo il punto? Non è forse determinante anche il tempo, e la frequenza che si dedica alla lettura? Tanto più in un’epoca di forte trasformazione dell’accesso al contenuto editoriale, soprattutto per i lettori più giovani? E poi: che impatto ha il modo in cui misuriamo la lettura sulle politiche editoriali?

12.30 SALA ALDUS
BUSINESS CENTRE
Sotto il banco. I libri che piacciono a chi va a scuola
Intervengono: Malika Iddir (project manager Bandusia), Maria Polita (Scaffale Basso), Emidio Carlo Portelli (direttore commerciale PDE)
Modera: Paolo Soraci (PDE)
A cura di PDE srl
La prima promozione indipendente italiana lancia un progetto per la lettura scolastica: strumenti bibliografici in costante aggiornamento, webinar con esperti di letteratura giovanile, un concorso per le Scuole primarie e secondarie di primo grado.

14.00 SALA ALDUS
BUSINESS CENTRE
100 settimane all’European Accessibility Act: i piccoli editori LIA raccontano l’accessibilità
Intervengono: Pietro Biancardi (Iperborea), Antonio Monaco (Edizioni Sonda), Cristina Mussinelli (Fondazione LIA)
A cura di Fondazione LIA
In collaborazione con Aldus Up
Meno di cento settimane all’entrata in vigore dello European Accessibility Act: gli editori e tutti gli attori della filiera stanno lavorando per incorporare l’accessibilità nei propri canali produttivi e distributivi digitali, in modo da garantire la disponibilità degli stessi titoli a tutti. Il seminario si concentrerà sull’esperienza di piccoli editori che da anni lavorano con LIA per essere in linea con questa normativa.

15.00 SALA ALDUS
Novità vs catalogo: quanto è lunga la coda dei libri
Intervengono: Roberto Cicala (Interlinea Edizioni), Roberto Da Re Giustiniani (Kellermann Editore), Livia Del Pino (ALI Promozione), Bruno Giancarli (ufficio studi AIE)
A cura di AIE
In collaborazione con il Gruppo Piccoli editori di AIE
I titoli che compongono il catalogo rappresentano una quota importante delle vendite. Una «coda lunga» fatta non solo di titoli pubblicati qualche mese prima, ma anche negli anni ben precedenti. È un fenomeno che si riflette ugualmente sulla produzione di grandi e piccoli editori? E cosa significa per le librerie, con i loro vincoli fisici di assortimento ed esposizione? I dati, insomma, possono aiutarci a tracciare un modello del ciclo di vita del libro?

17.00 SALA ALDUS
Dopo il botto. Lettori e libri a fumetti a tre anni dal boom di mercato
Intervengono: Emanuele Di Giorgi (Commissione Comics e Graphic Novels di AIE), Giovanni Ferrara (Coconino Press), Bruno Giancarli (ufficio studi AIE), Caterina Marietti (Bao Publishing)
Modera: Riccardo Corbò (Tg3)
A cura di AIE e Commissione Comics e Graphic Novels di AIE
In collaborazione con Aldus Up
Il segmento dei fumetti è uno di quelli che ha subito maggiori trasformazioni negli anni della pandemia. Trasformato nelle dimensioni, nel rapporto tra i generi (mangia, graphic novel, supereroi…), nella tipologia di lettori che attrae. Un segmento che oggi, per la prima volta, possiamo leggere anche rispetto alla sua capacità d’internazionalizzazione nei dati import export di settore.

18.00 SALA ALDUS
È vero che in Italia pubblichiamo troppi libri?
Intervengono: Paolo Ambrosini (presidente ALI), Lorenzo Armando (presidente Gruppo Piccoli Editori di AIE), Giovanni Peresson (ufficio studi AIE)
A cura di AIE e Gruppo Piccoli editori di AIE
In collaborazione con Aldus Up
Spesso si dice che in Italia si pubblicano troppi libri. Intanto: questo è vero rispetto agli altri Paesi europei? E poi, la crescita del numero di titoli pubblicati non è forse un aspetto della crescita del mercato, e dell’articolazione della domanda di lettori sempre più curiosi e informati? Non sarà forse che attribuiamo ai troppi libri pubblicati problemi che riguardano in realtà la filiera distributiva? E il problema non sarà forse anche quello, per l’editore, di farsi trovare attraverso una migliore gestione dei metadati e dei magazzini?

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.