Il tuo browser non supporta JavaScript!
Fiere e saloni

Più libri più liberi: il programma professionale di oggi, sabato 4 dicembre

di Redazione notizia del 4 dicembre 2021

Attenzione, controllare i dati.

Il programma professionale del primo giorno di fiera parte da una doverosa analisi del segmento della media e piccola editoria: tra dimensione di mercato e produzione, generi e sottogeneri, libri, dinamiche, strategie e peculiari scenari evolutivi. Il tutto collocato nell'orizzonte più ampio di un 2021 che, come rivelato dalle stime AIE su dati NielsenIQ di pochi giorni fa, si appresta a una chiusura decisamente positiva. A seguire, l'incontro Le leggi regionali sull'editoria indagherà gli ordinamenti locali dedicati al libro: quegli ordinamenti locali che, più connessi al territorio delle leggi centrali, possono meglio intercettare le richieste e le esigenze degli editori più piccoli. In un contesto nazionale in cui quello della promozione della lettura è ancora un tema, l'incontro AIE - CEPELL delle 15.30 indagherà poi la lettura nella fascia della primissima infanzia, quella degli 0-3 anni, percorsa da interessanti moti di cambiamento: dalla sempre più precoce autonomizzazione del bambino nelle sue scelte di lettura all'interazione del libro con la tecnologia. In conclusione di giornata, un tavolo di discussione dedicato al problema della carta, tra penuria di materie prime, aumento dei prezzi e conseguente, ridotta possibilità di calibrare gli ordini sulla base delle tirature. 





12.00 SALA ALDUS – anche in streaming
La piccola e media editoria tra 2019 e 2021. Basta dire «indie»?
Intervengono: Renata Gorgani (il Castoro), Diego Guida (Guida editori - Presidente del Gruppo piccoli editori di AIE), Gerardo Mastrullo (La Vita Felice), Sabina Minardi (L’Espresso), Giovanni Peresson (Ufficio studi AIE)
A cura di AIE
In collaborazione con NielsenIQ
La piccola e media editoria è un comparto editoriale complesso e articolato per dimensioni di fatturato e titoli pubblicati, con dinamiche e profili specifici. Delineare e iniziare a discutere come questa realtà si è trasformata tra il 2019 e oggi rappresenterà il punto di partenza per tutte le successive riflessioni che attraverseranno il programma professionale di questa edizione di Più libri più liberi.
 
14.00 SALA ALDUS
Le leggi regionali sull’editoria
Intervengono: Aldo Patruno (Dipartimento Cultura e Turismo), Mauro Felicori (Assessore alla cultura e al paesaggio della Regione Emilia-Romagna), Livio Muci (Besa - Muci), Paolo Orneli (Assessore allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Ricerca, Start-Up e Innovazione della Regione Lazio), Gabriella Serratrice (Responsabile del settore Promozione dei beni librari e archivistici, editoria ed istituti culturali della Regione Piemonte)
A cura di AIE 
Diverse Regioni hanno nel loro ordinamento leggi sul libro e l’editoria: l’ultima in ordine di tempo è l’Emilia-Romagna. Come è cambiato in questi anni l’approccio legislativo alla materia? Se prima gli interventi erano prevalentemente centrati sulla promozione del libro e della lettura, adesso si stanno delineando misure che pongono maggiore attenzione ai bisogni industriali del settore e della filiera. Una discussione su una materia legislativa che tocca molto da vicino la piccola editoria.
 
15.30 SALA ALDUS
La lettura nella prima infanzia
Intervengono: Angelo Piero Cappello (CEPELL Centro per il libro e la lettura), Mauretta Capuano (Ansa), Beatrice Fini (Giunti - Responsabile della Commissione ragazzi di AIE), Carlo Gallucci (Gallucci Editore), Giovanni Peresson (Ufficio studi AIE)
A cura di AIE CEPELL
La lettura nella prima infanzia è uno spazio poco o nulla indagato, che si tratti dell’uso di materiali editoriali nella fascia 0-3 anni o delle prime letture. L’argomento si declina in temi come la progressiva autonomia del bambino nelle sue scelte, che riguardano sempre più spesso contenuti e prodotti digitali, o l’uso di device tecnologici. Lo stesso ruolo dei genitori prima, degli insegnanti e della biblioteca poi, è cambiato in questi anni e varia a seconda delle fasce di età, con inevitabili ripercussioni sulla promozione della lettura.
 
17.00 SALA ALDUS
Carta vince, carta perde
Intervengono: Luigi Bechini (Geca Rotobook), Samuele Cafasso (Giornale della Libreria), Bruno Giancarli (Ufficio studi AIE), Massimo Medugno (Federazione Carta e Grafica), Gregorio Pellegrino (Effatà editrice)
A cura di AIE
La carta è diventata un problema. Con la penuria di materia prima e i ritardi nelle consegne è necessario fissare gli ordini con grande anticipo, senza poterli nemmeno calibrare in base alle prenotazioni delle librerieNon stupisce quindi che i prezzi siano aumentati: è in arrivo una specie di tempesta perfetta, proprio nel momento in cui gli editori potevano sfruttare al meglio l’onda lunga di una domanda in crescita.


Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.