Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina
Fiere e saloni

P come Parole, C come Calvino, S come Scrittori che parlano di scrittori. Gli appuntamenti tematici a Più libri più liberi

di Redazione notizia del 22 novembre 2023

Negli oltre 600 appuntamenti (qui il programma completo) che tracciano quest’anno il programma di Più libri più liberi è possibile individuare alcune tracce da seguire. Nuclei tematici, format, libere associazioni d’idee e di parole: eccone alcune.

P come PAROLE 

Una serie di incontri in cui voci esperte si confronteranno su punti di vista differenti, per provare a comporre, attraverso il proprio repertorio di parole, un significato comune. Come già annunciato, molto atteso è il dialogo Italiane a Parigi, un incontro tra Maria Grazia Chiuri, Direttrice Artistica delle collezioni donna Dior, prima donna a ricoprire questo ruolo dalla fondazione della Maison nel 1946, e Teresa Cremisi, editrice e scrittrice che ha diretto Gallimard e Flammarion ed è l’attuale presidente della casa editrice Adelphi. La poeta Vivian Lamarque, vincitrice della prima edizione del Premio Strega Poesia, sarà introdotta da Stefano Petrocchi e Nicola Lagioia e intervistata da Irene Graziosi in un evento in collaborazione con Lucy. Gli struggenti interrogativi è il nome dell’incontro tra Daniela Collu e Stefano Pisani, sulle classifiche di manualistica come specchio del Paese e sull'idea che i manuali possano fornire una descrizione antropologica degli italiani, con la moderazione di Gianni Peresson. Con l’hashtag #leparolevalgono l’Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani si propone di raccontare l’evoluzione della lingua italiana attraverso i testi della nuova generazione di artiste e artisti. Su Le parole dei romanzi è centrato l’incontro in collaborazione con La lingua batte tra l’attore, sceneggiatore, regista e scrittore Antonio Manzini e la linguista Valeria Della Valle, mentre su Le parole delle canzoni quello con il rapper Piotta in dialogo con la scrittrice Ilaria Gaspari. Ancora sulla centralità del linguaggio è l’incontro con il regista Marco Bellocchio che dialogherà con lo scrittore Paolo Di Paolo in Le parole del cinema.

 

S come SCRITTORI CHE PARLANO DI SCRITTORI 

Scrittori che parlano di altri scrittori è una nuova formula proposta da Più libri più liberi, nata per conoscere meglio gli scrittori che amiamo attraverso la lente di altri scrittori, operazione che ci permetterà di scoprirne aspetti affascinanti. Mario Desiati ci parlerà di Fleur Jaeggy, la scrittrice italo-ghanese Djarah Kan di Franzt Fanon e Joseph Conrad. Nadia Terranova discorrerà su Jane Austen e Gaja Cenciarelli su Margaret Atwood. Marina Pierri ci avvicinerà a Elena Ferrante mentre Carola Susani ci racconterà Alberto Moravia. Viola Ardone su Julio Cortázar e Teresa Ciabatti su Joan Didion, e poi ancora Vanni Santoni su Roberto Bolaño, Donatella Di Pietrantonio su Emmanuel Carrère. Infine, Serena Dandini ci parlerà di Eve Babitz ed Elena Stancanelli di Jean Rhys. 

 

C come CALVINO   

Un ciclo di incontri è dedicato allo scrittore Italo Calvino, in occasione del centenario della sua nascita. Si parte con Calvino più Calvino nel quale si confronteranno l’autrice e attivista Carlotta Vagnoli su Calvino e la Resistenza, la linguista e saggista Vera Gheno su La lingua di Calvino e lo scrittore e commediografo Marcello Fois su Calvino e l'avventura. Le parole di Calvino è la Lectio di Matteo Motolese, un viaggio in tredici tappe che ci farà entrare all’interno dei meccanismi e delle scelte linguistiche di uno degli autori italiani più amati e letti del nostro tempo. E poi i professori Andrea Prencipe e Massimo Sideri presenteranno il loro libro Il visconte cibernetico, mettendo l’insegnamento di Calvino alla prova della tecnologia, in particolare dell’intelligenza artificiale e delle sue implicazioni. Leggere Italo Calvino attraverso la parola poetica sarà invece il tema della presentazione del libro Calviniana. Per un verso o per l’altro di Teresa Porcella e Andrea Calisi

 

G come GIORNALI  

Anche quest'anno Più libri più liberi sarà il palcoscenico per incontri e dibattiti con i protagonisti del settore dell’informazione. Enrico Mentana e Dario Fabbri presentano l’ultimo numero di Domino, Fronti di guerra mondiale, con l’intervento degli autori del numero. Su cosa sia successo alla classe operaia nel nostro paese e perché non sia più la sinistra il suo ‘naturale’ punto di riferimento si interroga Alessandro Portelli in Dal rosso al nero, in dialogo con Annalisa Cuzzocrea e Marco Damilano. In fiera ci sarà anche Marco Travaglio nell’incontro dal titolo Un anno di libri per non dimenticare, mentreStefano Nazzi ci introdurrà insieme a Marino Sinibaldi al nuovo numero di Cose spiegate bene dedicato al giornalismo nell’incontro dal titolo Voltiamo decisamente pagina. Ex voto, è il titolo della raccolta dei manifesti a tema politico di Marco Petrucci, Testi Manifesti, presentata con Giuseppe Civati. Infine, la fiera sarà occasione per presentare il 50esimo numero della rivista Scomodo e del nuovo numero della rivistaThe Passenger, con Eleonora Vio, Chiara Comito e Wasim Dahmash.  

La Repubblica parteciperà alla fiera con una propria arena Repubblica/Robinson che ospiterà molti incontri con nomi prestigiosi del giornalismo, della cultura, dello spettacolo. Tutte le mattine inoltre, gli studenti potranno partecipare a delle speciali lezioni di giornalismo curate dalla redazione di Repubblica@scuola. La partecipazione è libera senza bisogno di prenotazione e il programma sarà consultabile sul sito del giornale www.repubblica.it

Due gli incontri a cura del settimanale L'Espresso: Il racconto di mafie e crimini, moderato dal vicedirettore Enrico Bellavia e La città della cultura, moderato dalla responsabile delle pagine culturali Sabina Minardi, dedicato agli spazi urbani che favoriscono la lettura e la creatività. 

Ancora una volta Rai è Main Media Partner di Più libri più liberi con un impegno che abbraccia l’intera durata della manifestazione. Uno spazio dedicato per ospitare eventi e garantire approfondimenti con i protagonisti della manifestazione. È stato inoltre realizzato dalla Direzione Creativa uno spot per promuovere l’iniziativa su tutte le reti Rai.

 

S come SCIENZA  

Un’intera striscia sarà dedicata alla scienza con esperti italiani e stranieri che ci condurranno lungo quei sentieri di consapevolezza delle regole del mondo che permettono l’elevazione della coscienza umana. Si partirà con una doppia Lectio su Stelle e altre stelle, con la scrittrice e divulgatrice scientifica Licia Troisi e l’astrofisica Ersilia Vaudo Scarpetta. Il viaggio della tartaruga è il titolo della presentazione del libro di Carl Safina, nella quale il biologo statunitense ci accompagnerà attraverso gli oceani del mondo per catturare la delicata interazione tra le tartarughe liuto e gli umani, con Marco Motta e Gaja Lombardi Cenciarelli. Bellezza e Verità e Bellezza è il titolo dell’incontro di presentazione dei libri del matematico Paolo Zellini e del filologo Piero Boitani, un’occasione per parlare di Pitagora e Aristotele, del Timeo e di bellezza, con gli interventi di Maura Gancitano e Andrea Colamedici. Perché è bello (e a volte anche utile) studiare matematica è la Lectio magistralis del matematico Roberto Natalini, direttore dell’IAC-CNR. Paolo Barucca de La Scienza Coatta affiancherà il paleo-biologo e autore inglese Thomas Halliday nella presentazione di I mondi di ieri. Alle origini della terra, conducendoci in un viaggio emozionante nel passato remoto del nostro pianeta, dall’era glaciale all’apparizione della vita. Nella presentazione di Magnifici ribelli la storica Andrea Wulf ci porterà nella vita di Caroline Böhmer per dimostrare come alle origini della nostra modernità ci sia la scoperta di un Io che, libero di autodeterminarsi, ci consente di essere quello che siamo, perché vogliamo esserlo, in dialogo con Paolo Giordano. Fitopolis, La città vivente è il titolo della Lectio Magistralis dello scienziato Stefano Mancuso, che rifletterà su come da troppo tempo ci siamo posti al di fuori della natura, e di come questo determina il modo in cui immagineremo le nostre città nei prossimi anni. Spazio. La sfida del presente è la presentazione del libro di David. W. Brownin cui si delinea un quadro complessivo di grande interesse e suggestione sulla ricerca spaziale, con l’intervento di Paolo Nespoli e Marco Brancati e la moderazione di Emilio Cozzi

La divulgatrice scientifica Mirella Orsi e il giornalista Sergio Ferraris presentano Prime, dieci storie di scienziate che con il loro lavoro hanno ampliato le nostre conoscenze sull’ambiente, in dialogo con Paola Bolaffio e Giorgia Burzachechi. Verranno presentati insieme i libri Il pulcino di Kant del neuroscienziato Giorgio Vallortigara e Il gatto. Manuale d’uso e manutenzione della biologa Lisa Signorile nell’incontro Gattini e pulcini, con l’intervento di Maura Gancitano e Andrea Colamedici. Il matematico Piergiorgio Odifreddi ci introdurrà all'espressione massima della libertà del pensiero con un'esplorazione dei limiti della ragione nell’incontro A piccole dosi. Contro la crisi di astinenza dalla matematica, con Marco Malvaldi e Roberta Miracapillo de La Scienza Coatta. L’illustratore statunitense Peter Kuper sarà alla Nuvola per presentare La metamorfosi ma anche per riflettere sul mondo degli insetti, insieme ad Alessio Di Addezzio de La Scienza Coatta, in un incontro che sarà un omaggio a queste piccole e sottovalutate creature da cui dipende la sopravvivenza del genere umano.

 

R come ROMA 

All’interno del programma sono previsti una serie di appuntamenti che hanno al centro la Capitale e le sue infinite storie. In occasione della pubblicazione dell’audiolibro de La città dei vivi Nicola Lagioia interverrà per parlare del delitto di Luca Varani, inabissandosi nella notte di Roma, con Carla Fiorentino e Antonella Lattanzi. Fabio Isman presenterà La Roma che non sai. Viaggio nei segreti della Città eterna, con Claudio Strinati, lungo percorsi inediti per uscire dagli itinerari consueti e provare il gusto della scoperta, il piacere per passeggiate curiose che ci possiamo regalare in qualche giornata romana. Franchino Er Criminale dialogherà con Giulia Crossbow e Mattia Tombolini a partire da Me so magnato Roma, la sua guida al cibo popolare della Capitale. La fiera sarà anche il momento per raccontare l’ultima edizione di Letterature Festival Internazionale nell’incontro La memoria del mondo e altre Storie con letture dell’attrice Anna Ammirati e la partecipazione di Nadia Terranova, Simona Cives e Miguel Gotor.  

 

U come UTOPIA 

Dal nome fittizio di un paese ideale, coniato da Tommaso Moro nel suo famoso libro Libellus, si confronteranno sulla formulazione di un assetto politico e sociale che non trova riscontro nella realtà ma che viene proposto come ideale e come modello, la linguista Vera Gheno per La Lingua come utopia, la scrittrice Cristina Marconi per La Brexit come utopia, la scrittrice e giornalista Loredana Lipperini per La letteratura fantastica come utopia e lo scrittore Vanni Santoni per Gli psichedelici come utopia.  

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.