Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Editori

In Spagna la prima fiera del libro virtuale

di E. Molinari notizia del 23 febbraio 2012

Dal 6 all’11 marzo è sufficiente una connessione internet per partecipare alla prima fiera del libro virtuale. Organizzata da Bubok, la principale piattaforma di selfpublishing della Spagna e da IMASTE, società specializzata in eventi virtuali, la Feria virtual del libro vanta il supporto del Ministero dell’Educazione, Sport e Cultura. Concepita come mercato dove autori, lettori e professionisti del settore si possano incontrare, avrà degli stand aperti al pubblico. Tra gli espositori ci saranno la startup 24Symbols, la piattaforma social Entrelectores, il distributore Libranda, associazioni come CEDRO e, ovviamente, case editrici. I partecipanti dovranno registrarsi solo per vedere le videoconferenze e partecipare a varie attività interattive mentre i curiosi che vogliono semplicemente girovagare per la fiera e “incontrare” autori come Juan Gómez-Jurado e Manuel Loureiro, possono mantenere l’anonimato. Uno dei relatori, Silvano Gozzer, a capo di Anatomìa de la Ediciòn, confessa di aver trovato la proposta a partecipare strana ma decisamente stimolante: «Probabilmente questa edizione sarà un po’ strana ma i lettori, che tendono a essere stimolati dall’innovazione apprezzeranno sicuramente l’ambiente virtuale. Va dato credito agli organizzatori perché vogliono ricordare al mondo editoriale che l’innovazione è uno degli impegni che sono dovuti nei confronti dei lettori».

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.