Il tuo browser non supporta JavaScript!
Editori

E-commerce. Lo stai facendo bene?

di Paola Di Giampaolo e Davide Giansoldati notizia del 14 settembre 2020

Attenzione, controllare i dati.

In una situazione economica di generale stallo, la vendita online cresce da anni. E lo fa grazie a un allargamento e a un miglioramento dell’offerta, alla diffusione di sistemi di pagamento e di consegna sempre più vicini alle esigenze delle persone, a un’assistenza sempre più attenta, alla straordinaria diffusione dello smartphone e all’uso dei social che – come dimostrano i dati Netcomm e AIE – sono ormai sempre più strumenti e canali per informarsi, per scegliere cosa acquistare, e ora anche per acquistare.
 
Comprare online è divenuto per molti italiani prassi abituale: perché agevole e rapido, disponibile ovunque e a ogni ora, con un catalogo prodotti ampio. Adatto alle vite attuali dai ritmi spesso congestionati o alle esigenze non mainstream. E i libri sono particolarmente adatti alla vendita online. Non a caso il primo acquisto in rete in Italia è stato un libro, di Camilleri, su Ibs.it nel 1998.

Durante il lockdown l’e-commerce ha svolto un ruolo sociale imprescindibile e ha consentito a editori e librai di raggiungere i propri lettori malgrado le difficoltà. Chi aveva un sito di e-commerce già attivo ha proseguito a vendere anche quando i rivenditori hanno avuto oggettive difficoltà nello svolgere il proprio lavoro, quando importanti store online hanno esteso necessariamente i propri tempi di consegna, alcuni di essi dimostrando chiaramente di non considerare prioritari i libri.

Soprattutto, il lockdown ha dimostrato che dipendere esclusivamente da terzi per vendere i propri prodotti può essere molto rischioso e portare a grosse perdite. Se, infatti, librerie e librerie online sono e resteranno assolutamente fondamentali nella diffusione di libri e alleati imprescindibili per l'editore, che l'editore stesso abbia un sito ben fatto, completo, accattivante e in linea con la propria identità e i propri obiettivi, che preveda una vendita online semplice ed efficiente, è una grossa opportunità.

Gli consente di valorizzare, in termini qualitativi e quantitativi, tutto il proprio catalogo: non solo le novità, ma anche il catalogo e persino gli «introvabili», poco appetibili per i rivenditori e invece particolarmente apprezzati dagli utenti online; libri, ma anche e-book e riviste e, perché no, contenuti granulari, come capitoli e articoli… oppure altro, come corsi, laboratori, consulenze.

Gli consente di raccontare – con il proprio personale tono di voce – le proprie collane, i propri autori, di fare percorsi di lettura. Di raggiungere clienti privati e clienti business. Nel caso di vendita diretta, di ridurre i costi di distribuzione, ma soprattutto – cosa ben più importante – gli consente di entrare in contatto diretto con i propri clienti. Con iniziative creative e non necessariamente costose gli permette di allargare la rete dei propri utenti, con i quali avviare e mantenere un dialogo che è fondamentale nella creazione di un patto di fiducia editore-lettore e nella trasformazione degli utenti in clienti.

Ancora molti editori, però, non sono attrezzati. Ancora molti non hanno un sito di vendita online, o si affidano esclusivamente a partner, rinunciando alla creazione di un legame diretto con i propri lettori, oppure sfruttano solo parzialmente le possibilità offerte dalla vendita online. Ma se un tempo realizzare e mantenere un sito di e-commerce era molto costoso, ora i costi si sono notevolmente ridotti e l'editore ha la possibilità di scegliere tra tante diverse soluzioni quella più adatta a sé. Se gli italiani, inoltre, apparivano meno inclini di altri popoli ad acquistare online, ora sono pronti e ricettivi.

Proprio per aiutare gli editori a scegliere la soluzione più adatta, a costruire e gestire in modo semplice il proprio e-commerce di libri e prodotti digitali, con AIE abbiamo progettato il corso online Il tuo sito come canale di vendita. I passi base per l’editore che si terrà il 29 e il 30 settembre (qui tutte le informazioni di dettaglio), e uno successivo previsto a gennaio. L’obiettivo è aiutarli a ottimizzare il proprio sito di e-commerce e valorizzare appieno il loro catalogo e i loro prodotti. In sintesi: la loro identità e le loro idee. (Paola Di Giampaolo)


Se stai pensando di attivare un e-commerce legato alla tua casa editrice potresti scoprire che quella che fino a qualche anno fa era un’esigenza che aveva come unica soluzione un proprio sito dove ricevere le vendite online, oggi può portare a risposte molto lontane tra di loro. Il rischio è quello di far fatica a districarsi tra soluzioni, sigle e inglesismi di non facile comprensione, utilizzo e applicazione.

Qualsiasi ricerca su Google mirata a dipanare questa matassa di neologismi, rischia di complicare ulteriormente il ventaglio di soluzioni, mostrandovi già sulla prima pagina scenari tipo: marketplace, magento, woocommerce, prestashop, socialcommerce, socialselling, dropshipping, e-payment, recurring payment, cashback, marketing automation e così via.

Non esiste una soluzione uguale per ogni casa editrice, per capire meglio qual è quella che è più adatta ai vostri obiettivi e alla vostra struttura è importante conoscere il ventaglio di opzioni principale e fare poi una scelta ben ponderata. Lo ripeto perché è un concetto fondamentale: non esistono soluzioni giuste o sbagliate in senso assoluto, a seconda dell'organizzazione della vostra struttura ci può essere quella che più si adatta e risponde alle vostre esigenze.

La piattaforma e-commerce di per sé non è nulla senza due tasselli fondamentali: i gateway di pagamento attraverso cui i vostri clienti pagano gli ordini sul vostro sito e le soluzioni di logistica che hanno il compito di ritirare il pacco e consegnarlo al cliente.


Scegliere il gateway di pagamento giusto può fare la differenza: gestendo in modo automatico i carrelli abbandonati, cioè quegli ordini che gli utenti non concludono, si possono recuperare fino al 10/15% degli ordini, a costo quasi zero, oppure si può offrire al cliente la possibilità di pagare tramite bonifico istantaneo, superando il vincolo di dover possedere una carta di credito per fare acquisti online. Senza contare le nuove soluzioni che permettono anche gli acquisti a rate.

Allo stesso modo, scegliendo un corriere al posto di un altro si possono offrire servizi diversi ai clienti, tra cui la consegna in un'edicola, un tabaccaio, un punto ritiro o prenotare la consegna ad una certa ora del giorno o della sera.

Senza dimenticare che tutto questo non ha senso senza strumenti anche basilari per poter analizzare i risultati del proprio sito confrontando i dati del mese in corso col precedente, o con lo stesso mese dell'anno precedente, individuando trend e intervenendo in modo efficace per risolvere colli di bottiglia e massimizzare mese dopo mese le vendite.

Se la domanda è quali sono i passi fondamentali per avere un e-commerce che funzioni la risposta è presto data:

  • Scegliere la piattaforma giusta
  • Indirizzarti verso un buon gateway di pagamento
  • Selezionare una soluzione di logistica o spedizione
  • Implementare un sistema di monitoraggio delle performance delle vendite

Da qui inizia il nostro corso insieme, ci vediamo tra pochi giorni! (Davide Giansoldati)

L'autore: Paola Di Giampaolo e Davide Giansoldati

Paola Di Giampaolo scrive di editoria e professioni del libro e organizza cicli di eventi sul tema da più di vent'anni. Ha curato progetti digitali, di e-commerce, gestione metadati e comunicazione per vari gruppi editoriali, come consulente è digital project manager di Vita e Pensiero. Dal 2011 si occupa di formazione e networking editoriale: coordina i master Professione Editoria cartacea e digitale e BookTelling dell’Università Cattolica. È consulente AIE per la formazione.

Davide Giansoldati è il responsabile dello sviluppo New Business dell’area editoria di DGLine; è docente ai master Professione editoria cartacea e digitale e BookTelling dell'Università Cattolica e di Masterbook di IULM. Ha più di vent'anni di esperienza su internet, marketing online ed e-commerce.

Guarda tutti gli articoli scritti da Paola Di Giampaolo e Davide Giansoldati

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.