Il tuo browser non supporta JavaScript!
Distributori

Storytel chiude il 2020 con 1,5 milioni di abbonati e 187 milioni di ricavi

di Alessandra Rotondo notizia del 7 aprile 2021

Attenzione, controllare i dati.

Storytel ha tagliato il traguardo del 2021 con all’attivo 1,5 milioni di abbonamenti paganti e ricavi per 1,9 miliardi di corone svedesi (circa 187 milioni di euro): sono alcuni tra i dati che emergono dall’Annual Report 2020, un documento attraverso il quale l’azienda comunica i risultati raggiunti e le sue prospettive per il futuro.

Con il suo catalogo da 500 mila titoli in 30 lingue – in grandissima parte audio – Storytel al momento ha lanciato la sua offerta in 23 mercati: nei Paesi nei quali è arrivata prima del 2015 (Svezia, Danimarca, Norvegia e Paesi Bassi) e in Islanda – dove è presente dal 2017 – ha raggiunto nell’anno da poco concluso l’obiettivo della redditività. In Finlandia, Polonia (dove l’azienda è arrivata nel 2016) e Russia (2017) conta di riuscirci entro la fine del 2021.




Il focus sullo streaming – che contribuisce al fatturato di Storytel per oltre il 75% – viene mantenuto anche grazie ad acquisizioni e investimenti funzionali sia all’ingresso su nuovi mercati che allo sviluppo di nuove soluzioni tecnologiche. A luglio 2020, per esempio, Storytel ha acquisito Kitab Sawti, uno dei principali servizi di streaming di audiolibri in Medio Oriente. La partnership tra Storytel Arabia e Kitab Sawti ha dato vita a una realtà di produzione e distribuzione che offrirà ai consumatori l'accesso alla più ampia libreria di audiolibri arabi al mondo.

Nello stesso periodo Storytel ha acquisito anche una quota di maggioranza dell'80% in Earselect AB, società leader dei Paesi nordici che offre una soluzione in cloud per la produzione di audiolibri da remoto. Ad agosto è stata la volta di iCast Ltd, pioniere israeliano dell’audio la cui acquisizione ha gettato le basi per il lancio di Storytel in Israele all’inizio del 2021.

Sebbene di gran lunga più contenuta, in Storytel trova poi posto anche una divisione editoriale (25% del fatturato), che comprende oltre a StorySide – il marchio dedicato alle audio produzioni originali – anche imprint come Norstedts, Printz Publishing, Rabén & Sjögren, B.Wahlströms, l'editore danese People’s e il finlandese Gummerus. L’espansione di Storytel verso l’editoria «tradizionale» ha peraltro un’interessante sfumatura simbolica e ha precorso di qualche anno quel sopravanzamento del digitale che in Svezia è avvenuto proprio nel 2020.

Per quanto riguarda il futuro, il ceo Jonas Tellander vede nelle curve di crescita del mercato dei Paesi nordici – il più sviluppato per quanto riguarda gli audiolibri e la «trasformazione digitale» del libro – un indizio di come si evolverà il fenomeno dell’audio a livello globale. Attualmente, dice Tellander, il mercato dell’audiolibro vale nel complesso 3,9 miliardi di euro e la sua stima è che crescerà del 15% l’anno per i prossimi 10 anni. «Il nostro obiettivo è prendere una grande fetta di questa torta e portare i ricavi di Storytel dai 187 milioni di euro attuali a 2,9 miliardi entro il 2030».

L'autore: Alessandra Rotondo

Laureata in Relazioni internazionali e specializzata in Comunicazione pubblica alla Luiss Guido Carli di Roma, ho conseguito il master in Editoria di Unimi, Aie e Fondazione Mondadori. Da diversi anni mi occupo di contenuti, dal 2015 al Giornale della libreria. Molti dei miei interessi coincidono con i miei ambiti di ricerca e di lavoro: i social media e la cultura digitale, il branded content, l'e-commerce, i libri non necessariamente di carta e l’innovazione in quasi tutti i suoi aspetti. Fuori e dentro Internet.

Guarda tutti gli articoli scritti da Alessandra Rotondo

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento