Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina
Innovazione

Fan fiction, i nuovi trend si scoprono nelle piattaforme di scrittura creativa

di G. Vassi notizia del 27 marzo 2012

Uno dei fenomeni editoriali più interessanti degli ultimi tempi è sicuramente Fifty Shades of Grey, il romanzo erotico più chiacchierato (e venduto), nato come fan-fiction su Figment, uno dei più importanti portali americani attorno al quale si raduna la community dei fan.
«Il sito ha preso ispirazione da un articolo scritto dal mio co-fondatore, Dana Goodyear, sulla popolarità delle cell phone novels in Giappone – spiega Jacob Lewis, cofondatore di Figment –.  Era rimasta impressionata da come questa community di adolescenti fosse connessa tramite la condivisione di storie. Volevamo importare questo spirito negli Stati Uniti, fornendo ai giovani scrittori gli strumenti per scrivere, condividere e pubblicare i propri lavori in una vivace community on line. Così abbiamo creato una piattaforma dove gli utenti potessero pubblicare "libri" – un haiku, un saggio, un romanzo – e leggere e commentare il lavoro degli altri. Abbiamo pensato a un’interfaccia fresca e invitante dato che gli utenti ci passano molto tempo. Il design della piattaforma è pensato per essere intuitivo; abbiamo cercato poi di renderlo "pop-sensibile". Questa sensazione di divertimento si estende a tutto il sito: c’è un team editoriale alle spalle che lavora alla creazione di una voce di Figment, una sorta di utente modello».
Al momento ci sono più di 210.00 utenti registrati, 3.000 dei quali visitano il sito almeno una volta alla settimana. «Le opere pubblicate sul sito sono più di 350.000 e l’utente medio resta sul sito circa 17 minuti a visita, un incredibile lasso di tempo in relazione al mondo di Internet. Sebbene Figment sia aperto a tutti i maggiori di 13 anni, la maggior parte degli utenti è tra i 13 e i 24 anni, smentendo il luogo comune che i giovani non siano appassionati di lettura e scrittura».
Altra peculiarità di Figment è il fatto di poter acquistare delle storie. «Per incoraggiare la scoperta dei libri nella community, lavoriamo anche con gli editori per pubblicare passi di nuovi titoli e, a volte, del catalogo grazie anche ai link ai principali store on line».
La vera forza del sito è però la community che attraverso i blog, i gruppi e le revisioni partecipa costantemente al miglioramento del sito: «I loro feedback sono fondamentali. Essendo una community interattiva, il successo di Figment non si basa solo sul numero degli utenti registrati e delle visite ma dipende da come i membri sono stimolati e coinvolti nelle attività del sito. Abbiamo creato inoltre un buon mix di iniziative come giochi sul forum, quiz e sondaggi per mantenere la community attiva». I contest, infatti, sono particolarmente apprezzati dato che vedono la partecipazione di auori come Nicholas Sparks, Paulo Coelho e Jonathan Safracn Foer i quali «ci dicono sempre che è divertente anche per loro».

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.