Il tuo browser non supporta JavaScript!
Editori

RCS, tengono i ricavi

di Redazione notizia del 11 novembre 2011

Attenzione, controllare i dati.

RCS ha chiuso i primi 9 mesi dell'esercizio con ricavi in lieve calo da 1,55 a 1,51 miliardi, mentre il risultato netto è negativo per 25,5 milioni di euro.
Lo si legge in una nota da cui risulta che l'indebitamento netto finanziario è salito da 970,8, a parità di perimetro, a 981,7 milioni di euro rispetto all'analogo periodo precedente.
I ricavi dell’area Libri sono pari a 363,5 milioni, in decremento dell’1% a perimetro omogeneo (433,5 milioni reported), nonostante il buon andamento di Varia Italia e del settore Education.
Tra i titoli di maggior successo si segnalano il romanzo Storia della mia gente di Edoardo Nesi (Bompiani), vincitore del Premio Strega 2011, Licenziare i padreterni di Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo (Rizzoli) e Monsieur le Président di Franz-Olivier Giesbert (Flammarion).
L’Ebitda è positivo per 17,9 milioni, rispetto ai 22,6 milioni del pari periodo 2010. A perimetro omogeneo ed escludendo oneri non ricorrenti, evidenzia un incremento di 1,9 milioni passando da 18,9 milioni a 20,8 milioni.
L’area Libri ha contribuito allo sviluppo multimediale con le recenti implementazioni di nuove piattaforme distributive editoriali e l’esordio del libro multimediale. I ricavi del settore Collezionabili (incluso nell’area Libri) per il 2011 sono stimati in flessione per la pianificata diminuzione delle attività sia in Italia anche in seguito ad una prevista riduzione di lanci a vantaggio comunque dei margini di redditività, sia all’estero per il progressivo disimpegno dall’area, riconducibile alla cessione di Ge Fabbri.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.