Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina
Editori

Mezzo secolo di storie per ragazze e ragazzi: Edizioni EL compie gli anni e rinnova la sua immagine

di Redazione notizia del 1 marzo 2024

EL come le iniziali di Editoriale Libraria: Edizioni EL – oggi gruppo editoriale che comprende anche i marchi Einaudi Ragazzi ed Emme Edizionicompie cinquant’anni e rinnova la sua identità visiva.

La sua storia parte nel 1849 con l’avvio di un’attività tipografica e editoriale, anche per ragazze e ragazzi, ma l'anno cruciale è il 1974, quando inizia una nuova fase che porta Editoriale Libraria ai vertici del mercato editoriale italiano ed europeo anche grazie all'acquisizione, nel 1991, dei marchi Einaudi Ragazzi ed Emme Edizioni. Nel 2024, l'importante anniversario: mezzo secolo di storie per bambine e bambini, ragazze e ragazzi, che nel corso degli anni sono riuscite a intercettare le esigenze di giovani lettori e lettrici. Capitanata da Orietta Fatucci affiancata dalla figlia Gaia Stock, Edizioni EL è oggi tra le maggiori case editrici specializzate in libri per ragazzi, anche grazie agli iconici bestseller come Il Gruffalò e a tutta la produzione di Gianni Rodari.

Il segreto dietro a cinquant’anni di storia? «Fare attenzione alla qualità dei testi, delle illustrazioni e dell’oggetto libro, ma non avere pregiudizi rispetto ai generi letterari né alle abitudini dei lettori» racconta Orietta Fatucci nel comunicato stampa. «C’è da molti anni la tendenza a considerare la lettura un’attività a rischio di estinzione, prima si dava la colpa alla TV, adesso agli smartphone e ai social. Da editrice dico che non ha senso giustificare i propri fallimenti attribuendoli a 'nemici' esterni: piuttosto vanno affinati l’ascolto e la percezione di quello che succede attorno. Negli anni ’80 il Librogame, grazie all’introduzione di un nuovo linguaggio, ha fatto alzare gli indici di lettura tra i ragazzi. I cambiamenti non vanno temuti, ma affrontati con entusiasmo».

Con più di 9mila titoli pubblicati dal 1974 – distribuiti in oltre 200 collane – di cui 1.600 libri ancora vivi a catalogo, 230 novità pubblicate ogni anno, a cui si aggiungono in media 240 ristampe, i libri di Edizioni EL sono stati tradotti in oltre 50 lingue, dal francese al vietnamita. L'impegno che dura da cinquant’anni oggi prende forma con l’avvio di un nuovo capitolo: in collaborazione con lo studio TassinariVetta che ne ha curato la rinnovata identità visiva, i tre marchi Edizioni EL, Einaudi Ragazzi ed Emme Edizioni si fondono adottando un linguaggio unitario, fatto di forme geometriche semplici e tinte unite, con al centro il cerchio come simbolo di unità. La forma circolare, che rappresenta la perfezione l'armonia, si sostituisce al coniglietto di Atlan di Edizioni EL e alle pagine aperte di Emme Edizioni, mentre l’ellisse, simbolo di unione e di evoluzione, diventa l’astrazione geometrica dell’uovo di struzzo di Einaudi Ragazzi, creando un legame visivo e concettuale tra i tre marchi.

Inoltre, per celebrare i cinquant’anni del gruppo editoriale, lo studio TassinariVetta ha creato un logotipo con il carattere Frankfurter, caratterizzato da uno stile geometrico dalle terminazioni stondate, popolare nella comunicazione visiva degli anni ’70, epoca in cui nasce Edizioni EL.

I festeggiamenti entreranno nel vivo ad aprile alla Bologna Children’s Book Fair, tra nuovi progetti orientati al futuro e rievocazioni del passato, a partire da un’edizione celebrativa de Il bambino e il pesce del Premio Andersen Marx Velthujis – uno dei primi albi illustrati pubblicati da Edizioni EL a metà degli anni ’70 – all’uscita in libreria della collana dedicata al fenomeno #BookTok. Tornerà anche il famoso Librogame e verrà inoltre festeggiato un altro importante anniversario: è prevista l'uscita di un’edizione celebrativa in occasione dei venticinque anni de Il Gruffalò, bestseller tradotto in più di 100 lingue che ha venduto più di 28 milioni di copie nel mondo.

La storia di Edizioni EL continua, ma cos'ha in serbo il futuro della letteratura per ragazzi? «In Italia la letteratura per ragazzi, diversamente da come avviene per esempio nei paesi anglosassoni, è sempre stata considerata la sorella minore di quella per adulti. E questo avviene tuttora, nonostante costituisca un settore dell’editoria estremamente vivace e trainante sotto ogni punto di vista: volume di novità e di copie, fatturati, vendita di diritti all’estero» spiega Orietta Fatucci. «Non mi dispiacerebbe se la qualità e l’importanza di questo lavoro venissero definitivamente riconosciute» conclude.

L’illustrazione in header è tratta da «Il Gruffalò» (Emme Edizioni)

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.