Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina
Editori

Festival di lettura giovane, un concorso per promuovere la diffusione della cultura italiana in Romania

di G. Pepi notizia del 9 maggio 2014

Prosegue anche quest’anno il progetto culturale Festival di lettura giovane promosso dall’Istituto Italiano di Cultura della Romania che per il terzo anno ha coinvolto con un concorso i cinque licei bilingui della Romania – quelli in cui, in base al protocollo firmato fra l’Italia e la Romania, si studia in modo intensivo e secondo programmi speciali l’italiano – e, per la prima volta, anche le università rumene dove si studia l’italiano.
Il Festival, nato nel 2012 da una proposta del prof. Giancarlo Repetto, docente M.A.E. presso il liceo «Dante Alighieri», trova la sua ragion d’essere nel contesto delle strategie per la diffusione della cultura italiana in Romania e, anche grazie all’appoggio dell’Ambasciata d’Italia e l’Istituto Italiano di Cultura «Vito Grasso», dell’Associazione italiana editori e della Sezione giovani del Salone del libro di Torino, sta contribuendo a costruire una più approfondita conoscenza e una migliore collaborazione fra i giovani dei due Paesi.
L’edizione 2013, che vede il proprio epilogo sabato 10 maggio al Salone del libro di Torino, ha premiato tra i ragazzi dei licei: Cristina Goroian (Collegio nazionale Ion Neculce – Bucarest) che si è aggiudicata un viaggio in Italia e la partecipazione al Salone durante il quale sarà formalmente premiata (Pad. 3, Ro. 6 S. 05), Teodora Gruia (Collegio nazionale Ion Neculce – Bucarest) e, in ex aequo, Alina Maris (Liceo Teoretico Dante Alighieri – Bucarest) e Tabita Iordache (Liceo Teoretico Jean Louis Calderon – Timisoara).
Sui 15 partecipanti delle università romene dove sono presenti corsi di lingua e cultura italiana i premi sono andati a: Maria Borghiu (Università di Bucarest) che potrà godere di una borsa di studio a Perugia di un mese, Alina Vlagea (Università di Bucarest), George Doru Ivan (Università di Bucarest)
Maria Corina Buior (Università Babas Bolyai di Cluj-Napoca), Ana Maria Ionita (Università cristiana Dimitrie Cantemir di Bucarest).
Il concorso, che punta ad avvicinare i giovani all’esperienza della lettura ma anche a diffondere la conoscenza della cultura italiana contemporanea nel Paese, consiste nel proporre la lettura di alcuni romanzi di autori italiani agli allievi delle scuole e delle università dove è già diffusa una certa conoscenza linguistica della nostra lingua. I liceali coinvolti hanno scritto una recensione su uno dei romanzi proposti (per la prima volta alla forma cartacea si è affiancata la versione digitale) che hanno spaziato da Bianca come il latte e rossa come il sangue di Alessandro D’avenia a I pesci non chiudono gli occhi di Erri de Luca; mentre gli universitari hanno tradotto e poi commentato un brano a scelta tra le seguenti opere: Limbo di Melania Mazzucco, Suo marito di Luigi Pirandello, e Della dissimulazione onesta Torquato Accetto.
Gli elaborati dei ragazzi sono stati valutati da una giuria composta da docenti universitari e da uno scrittore italiano, autore di uno dei libri letti nella precedente edizione del Festival.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.