Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina
Biblioteche

Bibliopride, parte da Milano la quarta edizione della manifestazione dedicata alle biblioteche

di Redazione notizia del 20 maggio 2015

A un mese esatto dalla giornata mondiale del libro e del diritto d’autore, Milano riporta l’attenzione sulle biblioteche ospitando venerdì 22 e sabato 23 maggio le giornate inaugurali della quarta edizione del Bibliopride, la Giornata Nazionale delle Biblioteche, manifestazione nazionale che si svolgerà nelle biblioteche di tutta Italia sino al 6 giugno
Il Bibliopride, come sempre ideato e organizzato dall’Associazione italiana biblioteche e inserito nel programma Expo in città, avrà quest'anno un testimonial d'eccezione. Dopo Andrea Camilleri, Luciano Canfora e Corrado Augias, padrino della manifestazione sarà lo scrittore francese e già insegnante di lettere Daniel Pennac
Come da tradizione anche quest’anno alcuni autori e uomini di cultura italiani e stranieri hanno scritto una testimonianza inedita in forma di racconto o testo privato sull’importanza delle biblioteche e sul loro ruolo nella società: Albert Espinosa, Giusi Marchetta, Glenn Cooper, Giovanna Ferrante, Klaus-Peter Böttger, Giulia Jurinich, Victor Togliani.  
Anche quest’anno il programma del Bibliopride si presenta fittissimo di appuntamenti coinvolgendo le biblioteche italiane con iniziative rivolte a tutti i cittadini, naturalmente anche i più piccoli, con un solo unico obiettivo: ricordare a tutti che le biblioteche sono un valore da salvaguardare non solo perché custodiscono parole e pensieri ma perché sono punti di incontro per tutti i cittadini, soprattutto per le nuove generazioni che possono imparare a conoscere discutere riflettere e confrontarsi civilmente con le altre persone. 
Le biblioteche rimangono una chiave indiscutibile per combattere la crisi e rilanciare lo sviluppo, nonché un modello culturale realmente alternativo. Ma per essere propositive le biblioteche necessitano di un servizio più che mai efficiente, e quindi richiedono bibliotecari professionalmente preparati e valorizzati. Aspetto quest’ultimo che in Italia assume un valore ancora maggiore se si pensa che delle 65.000 biblioteche di pubblica lettura di tutta Europa, quasi 6.000 si trovano nel nostro Paese. 
Venerdì 22 maggio presso la sala conferenze di Palazzo Reale si svolgerà il convegno internazionale dal titolo Strong libraries strong societies interamente incentrato sulle biblioteche dei Paesi di area mediterranea. Nel pomeriggio invece si svolgerà la tavola rotonda dal titolo Building an agenda for the future con la partecipazione di decisori politici nazionali. Al termine della tavola Rotonda il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, durante il corso di una cerimonia simbolica, firmerà la Lyon Declaration, un documento che invita gli stati membri dell’Onu a recepire l’importanza delle biblioteche e dell’accesso all’informazione come elementi necessari per uno sviluppo sostenibile nel senso più ampio del termine.
Se questi sono gli eventi più istituzionali, sabato 23 maggio alla Rotonda della Besana a partire dalle ore 12.00 si svolgerà una vera e propria festa aperta ai cittadini con diverse iniziative rivolte ai più piccoli, a cura di Nati per Leggere e delle associazioni locali di promozione della Lettura; quindi dalle 17 alle 18.30 si alterneranno sul palco autori e scrittori, coordinati dal giornalista Leonardo Merlini, dando vita a una narrazione fatta di letture, ricordi personali, testimonianze e videomessaggi per ricordare l’importanza delle biblioteche, culla di tutte le letture possibili senza alcuna barriera culturale, sociale o religiosa. A seguire dalle 18.30 alle 21 invece è in programma Storie dai libri proibiti, una “maratona letteraria” con lettori professionisti e volontari che si avvicenderanno sul palco.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.