Il tuo browser non supporta JavaScript!
Mercato

Dalla crisi al recupero

di Giovanni Peresson notizia del 15 ottobre 2020

Attenzione, controllare i dati.

Alle 39esima settimana dell’anno – quella che termina con il 27 settembre – il mercato del libro di varia nei canali trade fa segnare in Italia una perdita rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente di 64 milioni di euro. In percentuale si traduce in una flessione a valore del -7%.

Come si vede – sempre a perimetri omogenei (la varia nei canali trade) e a settimane omogenee – siamo passati dal -20% registrato al 18 aprile, al -11% dell’11 luglio al -7% del 27 settembre (qui, invece, un’analisi della situazione della lettura durante l’emergenza).


Le percentuali rappresentano i valori medi di un settore – quello della varia – molto articolato. Ci sono segmenti che sappiamo andare meno bene: pensiamo alla turistica, all’editoria che ha nelle mostre e nei bookshop museali uno dei principali canali di sbocco. O ancora agli editori che nelle fiere e nei festival totalizzano importanti percentuali di fatturato, per non parlare delle possibilità di visibilità, di lancio delle novità, di presentazione dei propri autori.

Ci sono poi segmenti che ancora non possono essere rappresentati in questo valore. Pensiamo alla scolastica, che proprio in queste settimane sta sviluppando la sua campagna di vendite per il 2020/21. O all’editoria universitaria. Parimenti, non sappiamo come stiano andando le vendite di diritti di autori italiani a case editrici straniere in un anno in cui nessuna delle grandi fiere professionali si è tenuta nel suo consueto formato, e la compravendita dei diritti si è spostata sulle piattaforme digitali, o è stata interamente demandata ai rapporti tra i singoli responsabili diritti e gli agenti letterari.

Questo per sottolineare l’ambivalenza di quel -7%. È sicuramente un segnale di recupero dopo il -20% di aprile. È un valore che potrà anche migliorare con il Natale e le uscite per le strenne. Perché il libro, dopo anni, sembra esser tornato un prodotto anticiclico. Ma forse anche no.

È in ogni caso un valore che fotografa circa la metà del mercato. Mentre l’altra metà ha tempi di monitoraggio più lunghi. Come chiuderà lo scolastico? E l’universitario? In quale misura il professionale – ma anche tutti gli altri settori – si sposteranno verso il digitale? E-book ma anche banche dati, oppure audiolibri. Per il momento questi ultimi valgono ancora poco: tra i 10 e i 15 milioni di euro, con qualche operatore che si spinge fino a 20. In ogni caso meno dei ben più consistenti valori dei mercati nordeuropei. Va pur detto che grossomodo tre anni sono passati dall’arrivo nel nostro Paese dei due principali competitor dell’audio: Audible, e Storytel, e che i cataloghi in lingua sono ancora da potenziare. Le librerie e i puti vendita fisici – nei cluster a maggiori indici di contagio – proseguiranno nei prossimi mesi nel recupero di quote di mercato rispetto agli store online?







L'autore: Giovanni Peresson

Mi sono sempre occupato di questo mondo. Di editori piccoli e grandi, di libri, di librerie, e di lettori. Spesso anche di quello che stava ai loro confini e a volte anche molto oltre. Di relazioni tra imprese come tra clienti: di chi dava valore a cosa. Di come i valori cambiavano in questi scambi. Perché e come si compra. Perché si entra proprio in quel negozio e si compra proprio quel libro. Del modo e dei luoghi del leggere. Se quello di oggi è ancora «leggere». Di come le liturgie cambiano rimanendo uguali, di come rimanendo uguali sono cambiate. Ormai ho raggiunto l'età per voltarmi indietro e vedere cosa è mutato. Cosa fare da grande non l'ho ancora perfettamente deciso. Diciamo che ho qualche idea. Viaggiare, anche se adesso è un po' complicato. Intanto continuo a dirigere l'Ufficio studi dell'Associazione editori pensando che il Giornale della libreria ne sia parte, perché credo sempre meno nei numeri e più alle storie che si possono raccontare dalle pagine di un periodico e nell'antropologia dei comportamenti che si possono osservare.

Guarda tutti gli articoli scritti da Giovanni Peresson

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.