Qual è il sogno dei bambini inglesi? Se fino a qualche tempo fa nella classifica dei lavori più gettonati stravincevano il calciatore e l’attore, oggi le cose sono sorprendentemente diverse. Secondo l’ultimo sondaggio riportato dal «Guardian», infatti, le tre professioni più ambite dagli inglesi sono lo scrittore, il bibliotecario e l’accademico.
Ci vuole qualche secondo per smaltire questa notizia, ma pare che al di là della Manica, l’aura di prestigio che circonda il mondo della carta non abbia mai brillato più intensamente. Essere uno scrittore è il sogno del 60% dei 14 mila rispondenti all’indagine di Yougov, mentre il 54% se potesse farebbe il bibliotecario e il 51% lavorerebbe nel mondo accademico.
Ma che ne è dei sogni di gloria, di avventura o di successo mondano? Difficile a dirsi visto che al quarto posto c’è l’avvocato seguito dal giornalista e dal interior designer…
Sarebbe interessante capire, se un analogo sondaggio venisse riproposto anche da noi, che piazzamento guadagnerebbero le professioni legate al libro. Non sappiamo quale sia lo status sociale di scrittori e bibliotecari inglesi, ma probabilmente in Italia queste professioni non godono (purtroppo) di altrettanto glamour.

L'autore: Lorenza Biava

Volevo fare l'astronauta, poi il dottore, ma un giorno di settembre ho iniziato a scrivere e la passione è diventata professione. Dalla cronaca di una città di provincia agli ultimi trend del mercato editoriale internazionale ho scritto e interpretato ben più di 50 sfumature di inchiostro (e di pixel!). Sono nerd per vocazione, amante delle serie TV e dei super eroi.

Guarda tutti gli articoli scritti da Lorenza Biava