Il tuo browser non supporta JavaScript!
Curiosità

Amazon Italia scarica Martin Angioni. Tutta colpa del «gesto dell’ombrello» a Presa diretta

di Lorenza Biava notizia del 7 aprile 2015

Attenzione, controllare i dati.

Si sta come d'autunno sugli alberi le foglie. O come in primavera in casa editrice i manager. Ci sembra infatti che il celebre componimento ungarettiano ben possa descrivere il valzer di addii, nomine, creazioni di nuove funzioni che in questo ultimo mese ha animato i vertici dei più importanti gruppi editoriali, da MondadoriGeMS passando per Feltrinelli.
Non si fa in tempo a prendere nota dell’ultima nomina che già arriva la notizia di un nuovo addio. In questo caso a lasciare il proprio incarico sarebbe Martin Angioni, il numero uno di Amazon Italia, a causa di un fuori onda giudicato un po’ troppo sopra le righe dalla casa madre e andato in onda nella puntata di Presa diretta dello scorso 29 marzo.
La trasmissione di Riccardo Iacona era infatti dedicata allo spinoso tema dei grandi evasori e dei paradisi fiscali e in questo conteso Angioni, seguito dal proprio ufficio stampa, aveva rilasciato una dichiarazione di circostanza al giornalista. Terminata l’intervista però, il manager non si era accorto che la telecamera stava ancora riprendendo e si è lasciato andare a toni più colloquiali con l’inviato Rai («Siamo in Lussemburgo, nella Comunità europea: saranno beep della Comunità europea»; «Son stati tre anni in ufficio hanno rotto i beep. Ce l’abbiamo la Guardia di finanza (...),hanno guardato (...) a me hanno preso il computer l’hanno scansionato da cima a fondo e 'sti beep») per poi chiudere con un poco elegante gesto dell’ombrello che sembrava rivolto all’operato della Guardia di Finanza (qui la puntata integrale).
A Seattle, dove le prime linee di Bezos sono impegnate in spinose trattive con l’UE e con vari governi nazionali sul delicato tema delle tasse e delle legislazioni fiscali favorevoli, non hanno gradito e il primo a farne le spese è stato proprio il country manager italiano il cui addio ufficiale dovrebbe arrivare a giorni.
Il «Corriere della sera» che ha provato a raccogliere un commento dalla casa madre ha ricevuto una risposta piuttosto laconica: «Non commentiamo le questioni personali […] certo, l'azienda non si riconosce nel tipo di interazione tra il suo manager e la stampa».
Intanto, sempre via «Corriere» Angioni precisa che «non è stata mandata in onda, neppure parzialmente, l’intervista registrata alla Camera dei deputati nel mese di febbraio dalla troupe di Rai3, bensì unicamente alcuni fuori onda registrati di nascosto, senza che né il sottoscritto né i due addetti alle relazioni esterne di Amazon ne fossero a conoscenza. Ciò risulta chiaramente dal taglio delle riprese dal basso e dal tono colloquiale della conversazione».

L'autore: Lorenza Biava

Volevo fare l'astronauta, poi il dottore, ma un giorno di settembre ho iniziato a scrivere e la passione è diventata professione. Dalla cronaca di una città di provincia agli ultimi trend del mercato editoriale internazionale ho scritto e interpretato ben più di 50 sfumature di inchiostro (e di pixel!). Sono nerd per vocazione, amante delle serie TV e dei super eroi.

Guarda tutti gli articoli scritti da Lorenza Biava

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.