Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Marzo 2023

digitalDevice
Marzo 2023
Fascicolo digitale
 
Accedi o registrati per scaricare il file

Generazione Z e dintorni

 

Nel 2022, il mercato dei libri per bambini e ragazzi ha totalizzato 268 milioni di euro: circa il 17% di tutto il mercato trade. 30 milioni di euro in più rispetto al 2019 sono stati spesi nell’acquisto di libri per le lettrici e i lettori più giovani, e 1,8 sono i milioni di copie in più acquistate. Non solo il settore  ha recuperato ciò che era stato perso nel 2020 della pandemia – quando comunque la flessione era stata modesta –, ma soprattutto è cresciuto rispetto agli anni pre-pandemici.

E se meno lusinghiero è il confronto con il 2021 – un anno però eccezionale, e in quanto tale difficile da eguagliare – è interessante notare come nel 2022 continui a crescere il segmento dei libri destinati ai bambini che non sanno leggere ancora: i bambini di età compresa tra gli 0 e i 5 anni.

D’altronde, non è solo il mercato della prima infanzia a essere rilevante, ma in generale l’attenzione e la cura di un segmento anagrafico rilevantissimo per l’educazione alla lettura e a tutti i valori che la lettura incorpora.

Con queste premesse l’Associazione Italiana Editori e Fondazione Cariplo hanno lanciato nel 2022 #ioleggoperchéLAB-NIDI, un progetto pilota di promozione della lettura rivolto ai piccolissimi, che ha coinvolto in via sperimentale 250 nidi in Lombardia e nelle province di Novara e del Verbano-Cusio-Ossola. Proprio alla Bologna Children’s Book Fair – evento d’eccellenza per l’editoria di settore di tutto il mondo e scatola magica in cui le storie per bambini si mettono in viaggio – sarà dedicato un primo momento di confronto sui risultati di questo progetto, figlio del pluriennale successo di #ioleggoperché.

È un numero del Giornale della libreria quasi interamente dedicato all’universo dei bambini e ragazzi, delle loro fruizioni, delle routine e del loro potenziale creativo quello che si dispiega nelle prossime pagine. Dalle istanze della Generazione Z, oramai autonoma nel narrarsi e nello scegliere narrazioni, al travolgente successo dei libri nati su Wattpad e sospinti in cima alle classifiche da TikTok (il più letto in assoluto del 2022 d’altronde è Fabbricante di lacrime di Erin Doom, pubblicato da Magazzini Salani). Dalle piattaforme di contenuti editoriali per i piccolissimi, sempre più improntate alla qualità e alla co-creazione, alla vita digitale degli adolescenti dove i libri – fisici, desiderati, posseduti – diventano oggetti per raccontarsi e auto-rappresentarsi.     

Al cuore del numero, un inserto in inglese a cura della Bologna Children’s Book Fair, di cui il Giornale della libreria è media partner e l’Associazione Italiana Editori compagna di viaggio nella realizzazione di BolognaBookPlus. Il format dedicato all’editoria generalista, quest’anno alla sua terza edizione, per la prima volta ospita una collettiva italiana (BBPlus Hall 29 Mall1) che sarà anche la base di AIE, e del Giornale della libreria, in fiera.

A chiudere il numero, uno sguardo sul futuro. Quello imminente, dell’Italia Paese Ospite d’Onore ad aprile al Festival du Livre de Paris 2023. E quello lungo della promozione internazionale della nostra editoria, che AIE porta avanti da anni e che passerà anche dalla Frankfurter Buchmesse del 2024.

 

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.