Il tuo browser non supporta JavaScript!
Innovazione

Ha più di 45 anni e ama il rosa: è la super-lettrice Kobo

di Alessandra Rotondo notizia del 19 aprile 2016

Attenzione, controllare i dati.

Stando ai risultati di una ricerca condotta da Kobo sui comportamenti, le preferenze e le abitudini di fruizione messe in atto dagli utenti, la lettura digitale risulta trainata da una tipologia di lettore molto peculiare: donna, ultraquarantacinquenne, appassionata di rosa.
Questo profilo – dedicandosi quotidianamente alla lettura digitale per almeno 30 minuti – rappresenta più del 75% dei «most active digital readers» di Kobo, che a loro volta sono un decimo dei 28 milioni di clienti della società canadese. Restando nel segmento dei lettori più attivi, il 30% è composto da persone che hanno un’età compresa tra i 55 e i 64 anni: alla luce di questi dati, Kobo ha commentato che la lettura digitale è la prima rivoluzione tecnologica guidata dagli «anziani» piuttosto che dai giovani.
D’altronde, è evidente che dispositivi come gli e-reader siano molto funzionali nell'assecondare le esigenze di un segmento di utenza composto da persone che iniziano a confrontarsi con i primi segni dell’età: dalla possibilità di aumentare la dimensione del carattere al non dover uscire di casa per comprare – e avere immediatamente – un nuovo libro da leggere.
L’indagine – condotta, oltre che sugli utenti registrati, anche su un panel di 16 mila lettori scelti sia tra i proprietari di un device Kobo che tra quelli di e-reader concorrenti – ha evidenziato anche il ruolo di primo piano assunto, nella lettura digitale, dagli uomini nel segmento 65+. Infatti, se i ragazzi tra i 18 e i 34 anni rappresentano solo il 13% dei lettori più attivi, la percentuale sale significativamente al crescere dell’età, raggiungendo il 34% nella fascia dei maschi ultrasessantacinquenni.
Secondo i dati Kobo, inoltre, il lettore digitale «entusiasta» non ha abbandonato la carta: a fronte dei 60 e-book che legge ogni anno, infatti, acquista anche 16 libri di carta. Un 16% dei lettori più accaniti dichiara addirittura di comprare un e-book al giorno, manifestando una netta preferenza per il genere rosa, seguito dalla narrativa e dal giallo. Chi, in questa fascia di super-lettori, è appassionato di romance, dedica alla lettura oltre 90 minuti quotidiani, almeno sei giorni su sette. Una scelta comprensibile quella del digitale, soprattutto se si considera che i titoli disponibili sono talmente numerosi (e le lettrici talmente appassionate!) che per una libreria sarebbe pressoché impossibile tenere uno scaffale aggiornato, ricco e completo: competitivo rispetto a quello digitale.

L'autore: Alessandra Rotondo

Laureata in Relazioni internazionali e specializzata in Comunicazione pubblica alla Luiss Guido Carli di Roma, ho conseguito il master in Editoria di Unimi, Aie e Fondazione Mondadori. Da diversi anni mi occupo di contenuti, dal 2015 al Giornale della libreria. Molti dei miei interessi coincidono con i miei ambiti di ricerca e di lavoro: i social media e la cultura digitale, il branded content, l'e-commerce, i libri non necessariamente di carta e l’innovazione in quasi tutti i suoi aspetti. Fuori e dentro Internet.

Guarda tutti gli articoli scritti da Alessandra Rotondo

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.