Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina
Fiere e saloni

La Bologna Children’s Book Fair 2024 è stata un successo: si chiude a quota 31.735 visitatori professionali

di Redazione notizia del 11 aprile 2024

Dopo quattro giornate intense negli spazi di BolognaFiere, si chiude oggi, 11 aprile, la 61esima edizione della Bologna Children’s Book Fair (BCBF), la fiera dedicata all’editoria per bambini e ragazzi, insieme a BolognaBookPlus – brand extension rivolta all’editoria generalista organizzata in collaborazione con l’Associazione Italiana Editori – e Bologna Licensing Trade Fair/Kids.

Il Giornale della Libreria ha portato a Bologna il numero di marzo, che contiene un inserto in inglese realizzato con BolognaFiere, e ha seguito la manifestazione con contenuti sul sito e sui social.


L’edizione è stata un grande successo: 1.523 gli espositori che hanno animato la fiera, in arrivo da circa 100 Paesi e regioni del mondo, 31.735 i visitatori professionali – in aumento del 10% rispetto al 2023 – che hanno preso parte ai 385 eventi della Bologna Children’s Book Fair e agli oltre 220 incontri organizzati dagli espositori in fiera e in città nei quattro giorni di manifestazione. Di grande rilevanza anche l’impatto del digital e la copertura stampa: più di 2 milioni le visualizzazioni nell’ultimo anno, da oltre 190 Paesi diversi, e più di 40 i giornalisti presenti.


«È stato un onore per BolognaFiere inaugurare la sua fiera del libro per ragazzi con le parole del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ci ha riempiti di orgoglio davanti alla grande platea internazionale dell’editoria qui riunita» ha dichiarato Gianpiero Calzolari, presidente di BolognaFiere. «Siamo molto soddisfatti dei risultati della fiera che premiano il grande lavoro portato avanti tutto l’anno e che confermano Bologna al centro del mercato editoriale mondiale».

La BCBF si pone sempre più sullo scenario internazionale quale promotore e palcoscenico di contenuti che si sviluppano lungo tutta la filiera del libro per bambini e ragazzi – dallo scouting alla vendita di diritti, dal licensing allo scambio di copyright per prodotti audiovisivi – ma anche oltre, con l’offerta dedicata all’editoria generalista in collaborazione con AIE, presente in fiera con uno stand collettivo italiano di editori e aziende della filiera editoriale e diversi eventi dedicati ai professionisti del settore.



Un'edizione che conferma ancora una volta Bologna capitale mondiale del copyright e dello scambio di diritti editoriali, registrando un incremento di partecipazione: ora si guarda già al 2025, 31 marzo-3 aprile le date da segnare sul proprio calendario della 62esima edizione di BCBF, con la partecipazione dell’Estonia come Paese Ospite d’Onore.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.