Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina
Editori

Premio Inge Feltrinelli, da quest’anno anche la categoria Kids. Ecco come esprimere i propri voti

di Redazione notizia del 24 gennaio 2024

Anche per questa seconda edizione, le cinquine finaliste del Premio Inge Feltrinelli parlano al mondo: un mondo in cui i femminicidi, la violenza di genere, l’inquinamento, le migrazioni climatiche e le violazioni dei diritti umani schiacciano le voci di chi cerca l’emancipazione.

Nato nel 2022 e rivolto alle persone che si identificano nel genere femminile e, per la categoria podcast, alle classi delle scuole secondarie di secondo grado, il Premio Inge Feltrinelli si propone come spazio di socializzazione delle idee individuando in particolare tre format in cui le parole fluiscono come veicolo di partecipazione civile: l’inchiesta giornalistica, il libro (di fiction e non fiction) e il podcast.

Laboratorio di speranza e di futuro, il Premio ha inaugurato quest’anno anche la categoria Kids, dedicata alla letteratura per l’infanzia.

Fino al 16 febbraio, chiunque voglia potrà votare il suo libro preferito di fiction e non fiction a questo link. Mentre per la menzione speciale Kids la preferenza può essere espressa qui.

La cinquina della categoria Libri di fiction e non fiction è:

  • Le brave ragazze Sonia Faleiro (Neri Pozza);
  • Caro stronzo di Virginie Despentes (Fandango Libri);
  • Linguaggio inclusivo ed esclusione di classe di Brigitte Vasallo (Tamu)
  • Mal di Libia di Nancy Porsia (Bompiani);
  • Lo scafista di Stéphanie Coste (La nave di Teseo);

Compongono invece la cinquina finalista per la menzione speciale categoria Kids:

  • L’ammiraglio si è preso il cielo di Marianna Balducci (Edizioni Clichy);
  • Una damigella non in pericolo di Bethan Stevens (Settenove edizioni);
  • Nina di Traci N. Todd (AnimaMundi);
  • I sogni di un camaleonte di Jurga Vilé e Lina Sasnauskaité (24 ore Cultura);
  • La terra di nessuno di Maria Josè Floriano (Kalandraka);

La cinquina finalista della categoria Inchieste e Reportage include invece:

  • Enemies Within di Alice Speri e Ira Lupu (Italia, pubblicata su The Intercept): un’inchiesta sulla violenza sessuale come arma di guerra a Bucha che racconta la storia di una madre che protegge la figlia quattordicenne dall’aggressione dei soldati russi;
  • China’s online feminist revolution di Wanqing Zhang (Cina, pubblicata su Rest of world): un racconto delle diverse forme di femminismo in Cina, delle sfide e della repressione delle azioni delle attiviste;
  • Dust and bones. The impact of climate change on migrant deaths at the southwestern border di Yessenia Funes (US, pubblicata da Atmos Magazine): l’indagine di un gruppo di ricercatori sul modo in cui il cambiamento climatico aggraverà le morti dei migranti lungo il confine;
  • The dirty road to clean energy – How China’s electric vehicle boom is ravaging the environment di Antonia Timmerman (Indonesia, pubblicata da Rest of World): un’inchiesta sulle tematiche della transizione ecologica e dell’inquinamento a partire dai nuovi accordi produttivi tra Cina e Indonesia;
  • Los vuelos de Alicia di Marcela Turati (Messico, Quinto Elemento Lab): un’indagine personale sulle vittime messicane gettate in mare dagli aerei durante la cosiddetta «guerra sporca».

Per la categoria Podcast, promossa in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e del Merito e rivolta alle idee progettuali delle scuole secondarie di secondo grado provenienti da tutta Italia, sono stati selezionati questi progetti:

  • Istruzione: il diritto a una scelta a cura di Ipsia Leonardo Da Vinci – classe 3°, manutentori elettrici – Savona (SV): il racconto delle esperienze personali sul diritto all’istruzione di una scuola professionale , a partire dai vissuti complessi dei ragazzi, dall’analisi dello stare a scuola;
  • Fammi sentire a cura di Liceo C. Poerio – classe 1°, Scienze umane indirizzo economico sociale – Foggia (FG): la storia di Daniela Marcone, vicepresidente di Libera e responsabile di Libera Memoria e delle contraddizioni della città di Foggia;
  • Chiedi aiuto a cura di Ite A. Gentili – classe 1G – Macerata (MC): come chiedere aiuto quando iniziano i segnali della prevaricazione contro le donne? Le reti di solidarietà e i nuovi modi per rompere il circolo della violenza di genere;
  • Sani da legare a cura di IIS Leonardo Da Vinci – classe 4B – Civitanova Marche (MC): l’aumento del disagio mentale, visto dai giovani, in particolare sull’attuale emergenza, successiva ad una serie di eventi globali, quali pandemia, incertezze economiche, tensioni e conflitti internazionali;
  • Safe Space a cura di Liceo Artistico Modigliani – classe 4B – Giussano (MB): Che cos’è un posto sicuro per i giovani oggi? Storie per rialzarsi e sentirsi al sicuro in un mondo di incertezze e discriminazioni.

Il Premio è promosso da Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e Gruppo Feltrinelli, in collaborazione con i tre soci promotori BookCity, AIE e Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauri. La cerimonia conclusiva della seconda edizione del premio avrà luogo il prossimo 8 marzo nella sede della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli di Viale Pasubio 5, Milano, che – in occasione della Giornata Internazionale dei diritti della donna – vedrà salire sul palco le vincitrici del premio.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.