Il tuo browser non supporta JavaScript!
Curiosità

Carry a Book. Il Tinder degli amanti dei libri

di Alessandra Rotondo notizia del 23 settembre 2020

Attenzione, controllare i dati.

Precisano di non essere una dating app per bibliofili, eppure il funzionamento di Carry a Book ricorda molto quello di servizi come Tinder o Bumble. Con la differenza che il match, in questo caso, viene cercato esclusivamente tra utenti che hanno letture compatibili.

Una volta scaricata, l’applicazione – che per il momento è disponibile solo per i dispositivi iOS – domanda all'utente quali siano i libri che sta leggendo e, più in generale, di indicare i suoi preferiti in assoluto; chiedendogli contestualmente il permesso per accedere alla sua posizione geografica.



Acquisite queste informazioni, in maniera non dissimile rispetto a quanto avviene sulle più comuni applicazioni di dating, Carry a Book proverà ad abbinare persone geograficamente vicine che abbiano gusti letterari e letture simili in corso. Per esprimere il proprio apprezzamento nei confronti di un altro utente si dovrà fare tap sul pulsante «Coffee», l’equivalente del right swipe su Tinder. Se l’interesse viene corrisposto: it's a match!

A differenza di altre community dedicate alla lettura animate da un maggior spirito di gruppo – come ad esempio Goodreads – l’intento di Carry a Book sembra esplicitamente quello di favorire conoscenze uno a uno, spingendo i lettori a incontrarsi dal vivo. Ciononostante, pare che l’utilizzo dell’app, conosciuta per il momento quasi esclusivamente negli Stati Uniti, sia cresciuto sensibilmente durante il lockdown, quando per forza di cose gli incontri potevano essere solo virtuali.

L'autore: Alessandra Rotondo

Laureata in Relazioni internazionali e specializzata in Comunicazione pubblica alla Luiss Guido Carli di Roma, ho conseguito il master in Editoria di Fondazione Mondadori, Unimi e Aie. Da diversi anni mi occupo di contenuti, dal 2015 al Giornale della libreria. Molti dei miei interessi coincidono con i miei ambiti di ricerca e di lavoro: i social media e la cultura digitale, il branded content, l'e-commerce, i libri non necessariamente di carta e l’innovazione in quasi tutti i suoi aspetti. Fuori e dentro Internet.

Guarda tutti gli articoli scritti da Alessandra Rotondo

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.