Il tuo browser non supporta JavaScript!

Investire sì, ma in biblioteche

Attenzione, controllare i dati.

Sabato 9 dicembre
ore 10.30-11.20
Più libri più liberi
Roma Convention Center La Nuvola, Roma - ALDUS ROOM 
Investire sì, ma in biblioteche

Rimane bassa la percentuale di persone che in Italia va in biblioteca «almeno una volta all’anno». Se è soltanto il 15% degli italiani, negli altri Paesi europei la quota è molto più consistente: il 23% dei tedeschi, il 33% di spagnoli e francesi e il 47% dei cittadini del Regno Unito. Una delle domande che vale farsi è, a questo, proposito: quanto si investe in biblioteche in Italia, e come?
Istat ha aggiornato di recente la sua indagine periodica sul pubblico delle biblioteche di pubblica lettura in Italia, ecco alcuni dati sui motivi per cui si va in biblioteca e sulle differenze per età e genere dei fruitori.

Introduce Enrico Iacometti (Armando Editore, Consiglio Piccoli editori Aie). Intervengono Paolo Fallai (Biblioteche di Roma), Rosa Maiello (Aib) e Miria Savioli (Istat).

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.