Il tuo browser non supporta JavaScript!

Il mercato del libro in Italia 2016

Attenzione, controllare i dati.

Venerdì 27 gennaio 2017
Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauri - Venezia

Cresce il mercato del libro in Italia nel 2016, segnando complessivamente (libri di carta, e-book e audiolibri) un +2,3% e raggiungendo così quota 1,283 milioni di euro riferiti al settore varia nei canali trade (librerie, librerie on line e GDO). È questo il principale dato dell’analisi dell’Ufficio studi dell’Associazione Italiana Editori (Aie) appena presentato da Giovanni Peresson nella giornata conclusiva del XXXIV Seminario di Perfezionamento della Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauria Venezia.

Un’analisi caratterizzata da chiaroscuri, articolata su tre direttrici: lettura, produzione e mercato. Se la prima 
fa segnare complessivamente un -3,1% rispetto al 2015; la crescente produzione mette a disposizione del lettore un’offerta ben più ricca rispetto a cinque anni fa: 66.505 titoli, a cui aggiungere oltre 2.400 file disponibili su Audible e oltre 74.020 e-book. Infine il mercato, che segna un +1,6% complessivo per il libro di carta. Nel 2016 i canali trade (escluso Amazon) continuano la loro lenta ripresa: +0,3% sul 2015 secondo i dati Nielsen, che diventa un +1,6% se si considerano i punti vendita marginali non monitorati dalle società di ricerca, raggiungendo gli 1,221 miliardi di euro. Da questi numeri mancano i dati di un player che in questi anni ha raggiunto posizioni e quote di assoluto rilievo, e che si possono solo stimare. Se si aggiunge infatti la stima del possibile valore di Amazon in Italia (circa 120 milioni solo per il libro fisico di varia) nel 2016 il fatturato complessivo del mercato dei libri di carta arriva circa a 1,337 miliardi di euro.

Scarica l'allegato per consultare la presentazione di Giovanni Peresson (Responsabile Ufficio studi Aie)


La fotografia in header è di Yuma Martellanz

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.