Il tuo browser non supporta JavaScript!
Librerie

La libreria Billy compie 40 anni (e festeggia con Ibs all’Ikea di San Giuliano)

di Alessandra Rotondo notizia del 25 gennaio 2019

Attenzione, controllare i dati.

Era il 1979 quando Billy Liljendahl – all’epoca responsabile marketing di Ikea – fece notare la mancanza di uno scaffale ideato specificamente per i libri tra gli articoli del brand svedese. Il designer Gillis Lundgren disegnò così un primo bozzetto su un fazzoletto di carta, battezzando il nuovo progetto «Billy» in onore di Liljendahl. Le prime librerie vennero lanciate sul mercato in legno di quercia e pino e, l’anno seguente, venne presentata la versione in bianco: era nata un’icona, destinata a diventare nel tempo uno dei mobili Ikea più famosi. Oggi nel mondo ce ne sono 60 milioni di esemplari, quasi uno ogni 100 persone.
Nonostante gli aggiornamenti, i nuovi colori e le opzioni disponibili sempre più numerose, la «formula» della libreria Billy è più̀ o meno la stessa da oltre due generazioni: un mobile funzionale, flessibile e modesto, che punta sulla sostanza e lascia che a connotarne l’aspetto siano i libri, gli oggetti, i ricordi e gli interessi che i suoi scaffali ospitano e contengono.

In linea con il suo portato valoriale, è proprio dando rilievo al «contenuto» che Billy ha deciso di festeggiare il suo quarantesimo compleanno in Italia. Per l'occasione, Ibs ha selezionato insieme a Ikea alcuni tra gli autori emergenti più promettenti dell’ultimo periodo, che si sono distinti in diverse categorie per stile, tematiche trattate e doti comunicative. Sabato 26 e domenica 27 gennaio, le Billy dello store IKEA di San Giuliano Milanese ospiteranno le loro opere – non ancora conosciute al grande pubblico – dando vita e un circolo di lettura animato da eventi, reading e presentazioni.

Nove appuntamenti animeranno ciascuna delle due giornate, ognuno introdurrà al pubblico un nuovo autore e il suo libro, faranno seguito le lettura di estratti dell’opera da parte di giovani attori della Civica scuola di teatro Paolo Grassi, gli intermezzi musicale, le performance live di illustratori e cartoonist, i  momenti di showcooking. La lista completa delle attività è consultabile sul sito di Ibs.

Ikea, che non è nuova a questo tipo di campagne e di iniziative, punta ancora una volta sull’associazione del suo marchio con un oggetto «di valore». Senza dimenticare che i libri hanno sempre trovato spazio negli showroom del brand, riempiendo scaffalature e librerie Billy, posandosi sui mobili a giorno e sulle scrivanie delle camerette dei ragazzi. E da semplice soluzione estetica (chi non ha mai provato ad aprirne uno, rimanendo irrimediabilmente deluso?) diventano anche «contenuto» in peculiari operazioni di comunicazione.

Dall’esperienza del punto vendita londinese di Wembley – che in occasione dell’annuncio della longlist del Man Booker Prize for Fiction 2018  creò per i propri clienti delle sale di lettura dove godersi i titoli in gara – alla partnership con la casa editrice Iperborea, iniziata con il Salone internazionale del libro di Torino del 2013. In quell’occasione Mikael Niemi, uno degli autori svedesi più rappresentativi, era al Lingotto per presentare La piena. Lo stand di Iperborea e Ikea, congiunto per l'occasione, fece – a lui e ai suoi lettori – da casa per tutto il weekend. Mostrando la carta Ikea Family si otteneva, sui titoli dell’editore, uno sconto del 15%. Facendola al Salone, invece, un buono di 10 euro da spendere nei negozi Ikea. Con uno slogan irresistibile: «Spendete in libri, non in librerie!».

L'autore: Alessandra Rotondo

Editor presso la redazione del Giornale della libreria. Mi sono laureata in Relazioni internazionali e specializzata in Comunicazione pubblica alla Luiss Guido Carli di Roma, poi ho conseguito il master in Editoria di Fondazione Mondadori, Unimi e Aie. Molti dei miei interessi coincidono con i miei ambiti di ricerca e di lavoro: i social media e la cultura digitale, il branded content, l'e-commerce, i libri non necessariamente di carta e l’innovazione in quasi tutti i suoi aspetti. Fuori e dentro Internet.

Guarda tutti gli articoli scritti da Alessandra Rotondo

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.