Il tuo browser non supporta JavaScript!
Innovazione

Come si crea un ecosistema editoriale accessibile? Ce lo spiega un paper tecnico

di Denise Nobili notizia del 3 settembre 2019

Attenzione, controllare i dati.

A che punto siamo con l’accessibilità in editoria? Siamo in un contesto in continuo divenire, come ci suggerisce un nuovo paper tecnico pensato per i professionisti del libro e rilasciato in questi giorni da Fondazione LIA. Il documento, nato dal lavoro di ricerca e sviluppo svolto in questi anni a fianco degli editori soci, vuole essere un manuale utile a tutti gli attori della filiera interessati a far parte di un ecosistema editoriale che sia totalmente accessibile.
 
«Il lavoro fatto per la preparazione di questo documento è stato a 360°, mettendo a frutto l'esperienza internazionale che Fondazione Lia ha maturato all'interno di tavoli di lavoro e gruppi di studio sugli standard dei formati, delle soluzioni di lettura e dei metadati per l'accessibilità» ha commentato Gregorio Pellegrino, Chief accessibility officer di Lia.
 
L’elaborato vuole essere un manuale utile a chiunque lavori nel settore, dal momento che «per la prima volta vengono indicati in maniera chiara ruoli e responsabilità legati all'accessibilità di tutti gli operatori della filiera digitale: produttori di contenuti, distributori, store online e soluzioni di lettura». Il lavoro di accessibilità non si ferma, infatti, alla sola produzione di un e-book con tutte le caratteristiche che lo rendono accessibile alle persone con disabilità visiva, ma necessita anche di un processo di verifica e certificazione (lavoro nel contesto italiano fatto proprio da Fondazione Lia), di gestione dei metadati, e coinvolge persino l’esperienza di acquisto e infine di lettura.
 
Chi ha una disabilità visiva o alla carta stampata deve, infatti, poter accedere alle informazioni di accessibilità di qualsiasi libro (come già avviene in Italia, tramite il catalogo gestito da Lia, libriitalianiaccessibili.it, che ha giù superato i 20 mila titoli), procedere all’acquisto sugli store online (o al prestito) in un contesto totalmente accessibile, leggere l’e-book attraverso un’app di lettura con interfaccia grafica ugualmente accessibile. È proprio alla base di questo concetto di creazione di un ecosistema editoriale totalmente accessibile che prende titolo il paper: E-books for all. Towards an accessible digital publishing ecosytem.
 
In una quarantina di pagine si cerca di esemplificare al meglio la questione anche attraverso due annex tecnici strettamente pensati per chi lavora nel settore e un case study di successo – quello italiano – in cui i metadati di accessibilità vengono veicolati e distribuiti a partire dal lavoro di certificazione fatto dai professionisti della Fondazione. Vengono poi approfonditi tre macro argomenti:

  • le novità introdotte per l’industria editoriale con l’approvazione delle nuove normative europee che riguardano l’accessibilità (Trattato di Marrakech ed European Accessibility Act);
  • l’esigenza di pensare e creare un ecosistema editoriale accessibile, che coinvolga tutti gli attori della filiera, specificando il ruolo e le responsabilità di ognuno;
  • gli standard sui metadati per l’accessibilità, tema qui affrontato per la prima volta in modo sistematico.
 
Una serie di indicazioni tecniche che arrivano da una realtà guardata all’estero come modello di sistema integrato di accessibilità, dal momento che Fondazione Lia – unico caso al mondo – nasce dall’unione di intenti delle due realtà interessate: l’Associazione italiana editori e l’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti.
 
Il documento è scaricabile gratuitamente a questo indirizzo, e la Fondazione si è detta ben lieta di accettare suggerimenti e commenti.

L'autore: Denise Nobili

Laureata in Filologia, mi sono poi specializzata e ho lavorato in comunicazione, approdando infine al Master in Editoria della Fondazione Mondadori. Oggi lavoro come editor al Giornale della Libreria, e mi occupo di accessibilità digitale in Fondazione LIA.
Sono interessata a tutto ciò che è comunicazione della cultura, nuovi media, e mi affascinano gli aspetti più pop e innovativi del mondo del libro.

Guarda tutti gli articoli scritti da Denise Nobili

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.