Il tuo browser non supporta JavaScript!
Fiere e saloni

Più libri. Il programma culturale mette al centro l'essere umano

di Redazione notizia del 22 novembre 2018

Attenzione, controllare i dati.

Dal 5 al 9 dicembre tornal’evento culturale più importante della capitale con protagonista l’editoria indipendente italiana, rappresentata da 551 espositori presenti: nella Nuvola dell’Eur si svolgerà la diciassettesima edizione di Più libri più liberi, fiera nazionale della piccola e media editoria, promossa e organizzata da AIE - Associazione Italiana Editori.
 
Al centro di questa edizione un tema: Per un nuovo umanesimo. Sono oltre 1.200 gli autori presenti a Più libri che avranno l’occasione di confrontarsi sul tema, vero e proprio fil rouge di tutta la manifestazione. In un’epoca più che mai segnata da conflitti, enormi diseguaglianze economiche e sociali, instabilità politica, colossali spinte migratorie e altrettanto forti arroccamenti, diventa necessario per una manifestazione culturale alimentare la discussione attorno ai temi importanti che sconvolgono la quotidianità di tutti, alla ricerca di nuove prospettive da cui guardare i problemi e di soluzioni condivise.
 
Per questa ragione, Più libri più liberi sceglie di rimettere al centro del suo programma, curato da Silvia Barbagallo, l’essere umano, i suoi diritti e la sua dignità, il cui riconoscimento, come recita la Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo, «costituisce il fondamento della libertà, della giustizia e della pace nel mondo».
 
Si tratta di una sfida al mondo della cultura in primo luogo, ma anche a quello della politica e delle istituzioni: la proposta di un «nuovo umanesimo», basato sulla consapevolezza di una comune appartenenza al genere umano.
 
Sarà data attenzione a vari temi, tra cui quello delle minoranze, siano esse etnico-religiose o di genere, ancora oggi oggetto di discriminazioni e violenze in molti Paesi, ma anche del tema della dissidenza politica. Ospiti internazionali parleranno della loro esperienza quotidiana, di attivismo, sfide continue, di cosa significa e cosa comporta fare dissidenza oggi.
 
A 70 anni dalla Dichiarazione universale, i diritti umani saranno al centro di molti incontri, spesso legati a temi come quello dell’esilio, del fenomeno delle migrazioni e del rapporto con la politica, di come la sia necessaria la riaffermazione di una humanitas che implica soprattutto un profondo senso di solidarietà fra le persone.
 
Infine, non può mancare uno sguardo ecologico al mondo in cui viviamo: sull’importanza della tutela all’ambiente e di come perseguirla e diffondere il senso di dovere alle nuove generazioni si parlerà con esperti e autori che si sono dedicati alla causa.
 
Moltissimi gli ospiti  e le grandi personalità del panorama letterario internazionale eitaliano che arricchiranno il programma culturale di questa edizione di Più libri. Sono oltre 650 gli appuntamenti: vi invitiamo a consultare il programma per non perdervi nulla.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.