Il tuo browser non supporta JavaScript!
Curiosità

Netflix acquisisce Millarworld e punta sui comics

di Alessandra Rotondo notizia del 31 agosto 2017

Attenzione, controllare i dati.

La consolidata alleanza tra studi di produzione cinematografica e mondo dei fumetti ha un caso in più su cui contare. È recente, infatti, la notizia dell’acquisizione da parte di Netflix di Millarworld, l’etichetta creata nel 2003 dallo scrittore scozzese Mark Millar per pubblicare serie a fumetti creator-owned: sue opere di cui detiene i diritti.

L’acquisizione, la prima nella storia dell’azienda distributrice di contenuti d’intrattenimento via internet, punta a garantire a Netflix un bacino di trame, narrazioni e personaggi da poter adattare nelle sue produzioni originali, siano esse serie o film.

Mark Millar, d’altronde, è uno dei più apprezzati autori degli ultimi decenni: in passato ha lavorato per Marvel e Dc Comics, scrivendo per esempio Old Man Logan (da cui è stato tratto l’ultimo film su Wolverine) e Ultimates, che ha ispirato i film degli Avengers. Come autore indipendente ha poi dato vita a franchise acclamate, spesso già diventate film (com Kingsman, Wanted o Kick-Ass). E la Millarworld è la terza realtà più grande nel mondo dei comics americani.
In un comunicato stampa diffuso qualche settimana fa dalla company statunitense, il responsabile dei contenuti di Netflix Ted Sarandos ha dichiarato che «Mark [Millar] è quanto di più vicino possibile a un moderno Stan Lee» il celeberrimo presidente e direttore editoriale della Marvel Comics, per la quale ha sceneggiato moltissime storie. «Non vediamo l’ora di indirizzare il potere creativo di Millarworld verso Netflix e di iniziare una nuova era di narrazione globale».

Il comunicato, invece, non chiarisce quale sarà il destino dei franchise già avviati dall’autore o dei fumetti già in corso di sviluppo altrove. Ma la prolifica produzione di Millar e la fame di contenuti di Netflix lasciano presagire che l’acquisizione avrà conseguenze importanti. Se fino a oggi Netflix ha investito molto per poter proporre ai propri abbonati i prodotti Marvel, ora è forse indirizzata a costruire da sé la sua Marvel.

L'autore: Alessandra Rotondo

Editor presso la redazione del Giornale della libreria. Mi sono laureata in Relazioni internazionali e specializzata in Comunicazione pubblica alla Luiss Guido Carli di Roma, poi ho conseguito il master in Editoria di Fondazione Mondadori, Unimi e Aie. Molti dei miei interessi coincidono con i miei ambiti di ricerca e di lavoro: i social media e la cultura digitale, il branded content, l'e-commerce, i libri non necessariamente di carta e l’innovazione in quasi tutti i suoi aspetti. Fuori e dentro Internet.

Guarda tutti gli articoli scritti da Alessandra Rotondo

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.