Il tuo browser non supporta JavaScript!
Innovazione

Spotify Kids arriva in Usa, Canada e Francia (con una playlist per lavarsi le mani)

di Alessandra Rotondo notizia del 1 aprile 2020

Attenzione, controllare i dati.

Dopo il lancio in beta in Irlanda, seguito da quello in Uk e in Australia, oggi Spotify Kids espande il suo mercato di riferimento, portando la sua offerta agli ascoltatori di Stati Uniti, Canada e Francia. E non può che farlo presentando tra i contenuti in primo piano la playlist Wash Your Hands, che insegna ai bambini a lavarsi le mani e a tossire e starnutire seguendo le indicazioni utili a frenare il contagio da coronavirus.

Simile nel funzionamento alla «sorella maggiore», la nuova app ha una libreria di contenuti ad hoc (circa 8 mila per il momento) e consente un controllo totale dell’adulto di riferimento sulle interazioni realizzate sulla piattaforma dal piccolo user.

Spotify Kids sta approcciando il mercato (i mercati) con un orientamento molto centrato sul target familiare: l’app, infatti, è disponibile gratuitamente per gli utenti che hanno sottoscritto un piano «Familiy», che consente la gestione fino a sei account di altrettante persone – ma dovrebbero almeno condividere il domicilio – per 15 euro al mese, contro i 9,99 dell’abbonamento «Utente singolo».

La promessa è quella di contenuti adatti a bambini e teenager: la libreria si aggiorna seguendo tanto le abitudini di consumo dell’ascoltatore quanto la sua età, e suggerendo playlist e prodotti audio in linea con questi parametri. Se il range d’età al quale il servizio si rivolge fa sì che l’offerta fruita sarà probabilmente diversissima (è improbabile che un bambino di tre anni e un adolescente condividano interessi musicali) una regola vale per tutti: nessun contenuto esplicito è presente nei brani riprodotti da Spotify Kids.


Alla progettazione child-centered dei contenuti audio, l’app aggiunge un’esperienza utente ugualmente pensata per i più piccoli – ed è infatti a loro, più che a ragazze e ragazzi, che il progetto sembra rivolgersi – tra navigazione semplicissima e testi ridimensionati, grande utilizzo del colore e possibilità di personalizzare il proprio avatar.

Nonostante il focus sembri rimanere sui piccolissimi, oltre ai contenuti, anche la veste grafica e le componenti testuali si modellano sull’età dell’utente, rivelando l’entità di uno sforzo di progettazione non semplice né banale che per la company è durato oltre due anni. Così, all'incremento dell'età dell'ascoltatore, le forme si fanno più definite e dettagliate e i colori meno piatti e accessi; gli apparati testuali più lunghi e particolareggiati.

«Spotify Kids è nata dal desiderio di creare un parco giochi del suono solo per bambini, di costruire uno spazio dove i più piccoli possono esplorare le loro canzoni e storie preferite in un contesto che li fa divertire» ha dichiarato Alex Norström, Chief premium business officer di Spotify. Dal nostro punto di vista, è interessante notare come il mercato dell’audio – una volta presentatosi al pubblico maggiore - stia sempre più consistentemente puntando al target dei più piccoli, magari nativi di questo tipo di consumo. Ed è ugualmente significativo che l’app espanda proprio in questi giorni la sua presenza sul mercato globale, giorni nei quali la maggiore permanenza a casa di grandi e piccini rende ancor più rilevante l’esistenza e l’impatto di un pubblico family.

L'autore: Alessandra Rotondo

Laureata in Relazioni internazionali e specializzata in Comunicazione pubblica alla Luiss Guido Carli di Roma, ho conseguito il master in Editoria di Fondazione Mondadori, Unimi e Aie. Da diversi anni mi occupo di contenuti, dal 2015 al Giornale della libreria. Molti dei miei interessi coincidono con i miei ambiti di ricerca e di lavoro: i social media e la cultura digitale, il branded content, l'e-commerce, i libri non necessariamente di carta e l’innovazione in quasi tutti i suoi aspetti. Fuori e dentro Internet.

Guarda tutti gli articoli scritti da Alessandra Rotondo

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.