Il tuo browser non supporta JavaScript!
Innovazione

Nasce Bubble Zoom, la tecnologia Google per leggere meglio i fumetti digitali

di Camilla Pelizzoli notizia del 28 luglio 2016

Attenzione, controllare i dati.

Il successo ottenuto negli ultimi anni dai fumetti è innegabile. Un ritorno di fiamma globale, che ha raggiunto – anche grazie ai cinecomics – un pubblico vastissimo, che comprende chi non frequentava la «letteratura disegnata». E come ogni settore particolarmente attivo e vivace, anche i fumetti stanno vivendo un momento di trasformazione e sviluppo; in particolare, sta crescendo l’attenzione verso il formato digitale, e di conseguenza si stanno sviluppando modi e applicazioni per una migliore esperienza di lettura.

Tra i problemi affrontati negli ultimi tempi c’è ad esempio la sequenzialità delle pagine, per cui si è creata una modalità di lettura in vertical scrolling (sviluppata anche dall’italiana Verticomics, app nata proprio per permettere una lettura più agevole dei fumetti, che ora fa anche da store dedicato); e, in particolare negli ultimi tempi, la leggibilità dei balloon. Al momento, per riuscire a decifrare chiaramente le parole di una nuvoletta durante la lettura su un tablet o uno smartphone è necessario zoomare e ingrandire le varie vignette, andando a perdere la visione d’insieme della pagina; ma presto, grazie alle ultime novità proposte da Google Books, anche questo inconveniente potrebbe essere evitato.

Durante l’ultimo San Diego Comic-Con (21-24 luglio), infatti, il team dietro l’app dedicata alla lettura hanno presentato una novità che, se adottata su larga scala, cambierebbe radicalmente la lettura dei fumetti: la funzione Bubble Zoom, infatti, espande i balloon della pagina corrente di un fumetto, espandendole quanto basta perché siano leggibili senza modificare la grandezza della pagina in lettura. Questo è reso possibile dalle tecnologie machine-learning (le stesse grazie a cui ora si può fare una ricerca su Google attraverso le immagini, ad esempio), che sono state sviluppate in modo tale da riconoscere le nuvolette e sapere quale parte dell’immagine trattare.

Bubble Zoom per il momento è disponibile solo nelle ultime versioni dell’app Google Play Books, e soltanto come technical preview per i volumi Marvel e DC supportati (che, proprio per promuovere il nuovo servizio, sono stati messi in offerta sullo store al 50% fino alla fine del Comic-Con).

«Il nostro obbiettivo è rendere disponibile Bubble Zoom per tutti i fumetti e i manga mai creati» ha ottimisticamente detto Greg Hartrell, responsabile della produzione per Google Play Book. Certo è che, se la nuova tecnologia prendesse piede negli USA e in Giappone (tra i maggiori consumatori in quest’ambito), potrebbero davvero aprirsi nuovi scenari per il mercato del fumetto digitale.

L'autore: Camilla Pelizzoli

Laureata in Lettere moderne (con indirizzo critico-editoriale), ho frequentato il Master in editoria. Mi interessa la «vita segreta» che precede la pubblicazione di un libro – di carta o digitale – e mi incuriosiscono le nuove forme di narrazione, le dinamiche delle nicchie editoriali e il mondo dei blog (in particolare quelli letterari).

Guarda tutti gli articoli scritti da Camilla Pelizzoli

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.