Il tuo browser non supporta JavaScript!
Distributori

Le aziende del Business Centre: StradeLab

di Redazione notizia del 1 dicembre 2021

Attenzione, controllare i dati.

StradeLab è una delle realtà quest’anno presenti al Business Centre di Più libri più liberi, lo spazio della fiera a uso esclusivo degli editori e degli operatori professionali della filiera del libro in funzione dal 6 all’8 dicembre.

L'associazione culturale dei traduttori editoriali ha tra le sue finalità quella di valorizzare il ruolo autoriale, socio-economico e culturale dei traduttori, rafforzando la cultura giuridica del diritto d'autore e sostenendo la qualità delle traduzioni autoriali e la loro pluralità.

I traduttori sono da sempre anche scout letterari in quanto grandi conoscitori del panorama letterario delle lingue di partenza e d’arrivo, appassionati promotori di titoli inediti vecchi e nuovi e attenti divulgatori del libro anche dopo la sua pubblicazione. Si tratta dunque di figure trasversali, portatrici di un ruolo chiave spesso troppo poco valorizzato, ed è anche per questo che StradeLab ha voluto mettere al centro della propria attività la realtà proteiforme del mestiere del traduttore, sottolineandone il contributo attivo alla vita del libro. 

Dopo il successo al Book Pride 2018 del primo evento Strade per...  dedicato alla Svizzera, quest’anno lo sguardo dell'associazione si rivolge a un altro Paese che da sempre riconosce e valorizza i traduttori: la Svezia. A Più libri più liberi, il 6 dicembre in sala Aldus dalle ore 12.30 l’obiettivo dell'incontro Strade per... la Svezia, Viaggio tra i finanziamenti alla traduzione, a cura di StradeLab, sarà quello di mettere in dialogo una realtà in cui i sostegni alla traduzione sono ormai un patrimonio consolidato con le figure che si occupano di traduzione nella filiera editoriale italiana.

 

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.