Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Maggio 2011

digital
Maggio 2011
Fascicolo digitale
rivista Giornale della Libreria
fascicolo 5 - 2011
titolo Maggio 2011
editore Ediser
formato Fascicolo digitale | Pdf

La rivista

2011 anno della Russia
di Laura Novati
 
Abstract
Se dovessimo dire qual è stato – ma anche giustamente – il fatto che ha destato maggior risonanza e raccapriccio nell’Europa occidentale negli ultimi anni, diremmo che è stato il brutale assassinio di Anna Politovskaja.
Al via la prima fase di Lia
di Rosa Mugavero
 
Abstract
Per raggiungere l’ambizioso obiettivo di fornire entro il 2012 tremila titoli in formato accessibili per ipovedenti e non vedenti, il progetto Lia (Libri italiani accessibili), coordinato dall’Associazione italiana editori e finanziato dal Ministero per i beni e le attività culturali, sta svolgendo alcune indagini preliminari, essenziali alla definizione di tutti gli aspetti tecnologici, contrattuali, economici e organizzativi relativi alla creazione dell’infrastruttura che erogherà il servizio.
Cosa ci insegna il crack di Borders
di Raffaele Cardone
 
Abstract
La bancarotta di Borders, una delle principali catene librarie internazionali, non è arrivata come un fulmine a ciel sereno, anche se le cronache l'hanno cavalcata, con senso di sorpresa, per drammatizzare la fine del libro cartaceo. Un futuro di libri digitali, facile equazione, non può contemplare nel proprio orizzonte le buone vecchie librerie.
Diventare librai ad Orvieto
di Redazione
 
Abstract
Negli ultimi anni le scuole di formazione dedicate ai mestieri del libro si stanno moltiplicando. Se per quanto riguarda il lavoro dell’editore, del redattore, dell’editor si ha l’imbarazzo della scelta tra master, scuole e corsi specifici, relativamente alla professione del libraio la scelta appare più ridotta. Sarà per il progressivo ridursi delle librerie indipendenti nel nostro Paese?
Fermato Google
di Piero Attanasio
 
Abstract
Il 22 marzo il giudice della Corte distrettuale di New York, Denny Chin, dopo una «camera di consi-glio» di circa 13 mesi, ha negato l’approvazione dell’Amended Settlement Agreement (Asa), la boz-za di accordo presentata da Google e dalle associazioni di editori e autori Usa contro cui erano state avanzate numerose obiezioni dalle associazioni editori europei, compresa l’Aie.
Il modello delle licenze
di Beatrice Cunegatti
 
Abstract
Gli editori sono ormai esperti nell’usare Internet come vetrina globale: da lungo tempo nei siti web sono esposti i più diversi prodotti editoriali (variamente corredati di schede illustrative, link e commenti) che possono essere ordinati dai lettori / clienti con procedure completamente on line. Fino a qualche tempo fa, per altro, una volta effettuato via rete l’ordine, al cliente del negozio «virtuale» continuava ad essere recapitato un libro «materiale», stampato su carta; la vera innovazione consiste invece oggi nella messa a disposizione del lettore di contenuti editoriali, quali gli e-book, tramite operazioni di downloading esclusivamente on line.
Il signor De Agostini
di Roberto Cicala
 
Abstract
«Il settimanale che diventa libro» non è un semplice slogan ma l’intuizione stessa della rivoluzione in edicola compiuta il 30 gennaio 1959 dall’Istituto Geografico De Agostini con l’uscita del primo fascicolo del Milione: così s’intitola l’opera a dispense su «usi e costumi, belle arti, storia e cultura di tutti i Paesi del mondo» di 32 pagine ciascuna che, raccolte, formano 15 volumi di 10.000 pagine e 16.000 illustrazioni.
L’innovazione corre sul filo
di Sandro Pacioli
 
Abstract
Quando si parla di innovazione in editoria il pensiero va subito, come un riflesso condizionato, all’e-book. Oppure al Web 2.0 e ai sistemi e ai forum di social reading. A Internet in generale. Qualcuno arriva a spingersi fino alla stampa digitale e al print on demand. Per chiedere, subito dopo: tutto qui?
La Catania dei Cavallotto
di Matteo Baldi
 
Abstract
Le vulcaniche sorelle Cavallotto, assieme alla madre Adalgisa, con il loro lavoro fra le due sedi catanesi di Corso Sicilia e Viale Ionio, sono le colonne portanti di un presidio d’eccellenza di questa città colta, bellissima, dalla forte vocazione universitaria.
La grande Russia
di Ilaria Barbisan
 
Abstract
È nel 1991, dopo la caduta del regime sovietico, che la Federazione russa (chiamata comunemente Russia) ha proclamato la sua indipendenza. Il più grande Paese al mondo che confina con 16 stati e si estende per ben nove fusi orari è composto da 46 regioni, 21 repubbliche, una regione autonoma, nove aree autonome e due città federali, Mosca e San Pietroburgo.
La scuola prima della Scuola
di Redazione
 
Abstract
Scuole di editoria, scuole per librai. Pensare oggi alle professionalità di un futuro che cambia prima ancora di diventare presente. Ieri, ma ancora fino alla fine degli anni Novanta, le professioni e le competenze – da formare e trasmettere - apparivano nette e consolidate. Ma oggi?
La sineddoche dell’e-book
di Emilio Sarno
 
Abstract
Il 2009, e ancor più il 2010, sono stati attraversati dal dirompente discutere sull’e-book. Convegni, seminari, tavole rotonde, in Italia e all’estero, al di qua e al di là dell’Atlantico, in occasione di saloni e fiere del libro oppure organizzati come eventi a sé stanti.
Non basta la passione
di Piero Rocchi
 
Abstract
In quindici anni di attività come libraio e – da tre anni a questa parte – nelle consulenze alle librerie in giro per il Paese, ho avuto e mantengo il privilegio di incontrare tanti librai, di ogni genere. La location, la metratura, il pubblico di riferimento, la storia personale della libreria e delle persone che vi lavorano sono tutti fattori che concorrono all’identità del punto vendita.
Pirateria processo di frontiera
di Laura Novati
 
Abstract
Un grosso volume di Adrian Johns, tradotto da Bollati Boringhieri, ha il sintetico titolo Pirateria e sottotitolo Storia della proprietà intellettuale da Gutenberg a Google. Diciamo subito che la prospettiva di base è essenzialmente anglosassone, anzi per meglio dire prima inglese e per estensione americana, ma fornisce ugualmente un importante contributo per capire come la piracy sia fenomeno sempre più pervasivo dall’invenzione di Gutenberg in poi e destinato a mettere in crisi lo stesso sistema di difesa della proprietà intellettuale per come lo abbiamo inteso sino ad oggi.
Ragazzi: + export - import
di Giovanni Peresson
 
Abstract
In questi anni, all’interno dei più generali processi di internazionalizzazione dell’editoria italiana, un’attenzione crescente (e un altrettanto crescente peso sul conto economico delle case editrici) lo ha avuto la vendita di diritti (o le coedizioni) con case editrici straniere. Da fenomeno tutto sommato occasionale (da Don Camillo e Peppone di Guareschi, al Nome della rosa, a Calvino) è diventato nel decennio scorso un aspetto strutturale di un’editoria più matura e maggiormente proiettata in una dimensione internazionale.
Software per le librerie
di Interviste a Emilio Rodontini, Maurizio Piana, Pietro D’Orazio, Gerardo Ruggiero, Antonino Romano, M, Redazione
 
Abstract
Ancora oggi la realtà distributiva libraria in Italia presenta forti differenziazioni a seconda delle Regioni, anche se in tutte si registrano fenomeni simili: da una parte cresce il numero delle librerie indipendenti che chiudono, nasce qualche – sporadica – nuova azienda libraria, spesso legata ai progetti di affiliazione in franchising di grandi gruppi.
Un sito da scoprire
di Redazione
 
Abstract
Il primo passo verso il nuovo progetto risale a cinque anni fa con il rinnovo degli spazi dello storico punto vendita di largo Gemelli divenuto, grazie al restyling, un luogo di aggregazione all'interno dell'ateneo, oggi l'editrice Vita e pensiero lancia il proprio nuovo sito.

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.