Il tuo browser non supporta JavaScript!

Un mercato fatto di mercati. Il graphic novel

Attenzione, controllare i dati.

Giovedì 8 marzo
ore 16.00-16.50
Tempo di Libri
fieramilanocity – Sala Suite 1
Un mercato fatto di mercati. Il graphic novel
In collaborazione con Nielsen

Il mercato è fatto da tanti mercati. Gli aumenti di alcuni compensano i segni negativi di altri o fanno crescere il segno positivo più complessivo. A loro volta i segmenti di mercato sono fatti da molti altri sotto-segmenti, costituiti da autori e da titoli capaci di cambiare in un senso o nell’altro non solo l’andamento del settore, ma anche quello del mercato complessivo.
Il graphic novel (esclusi i libri a fumetti e il graphic novel per bambini) è uno di questi. I dati relativi al quadro complessivo degli ultimi sei anni si prestano ad alcune considerazioni.

La prima è il peso in termini di quota di mercato che il settore è venuto ad assumere.  Nel 2012 (escludendo Amazon e Gdo) rappresentava lo 0,3% delle copie vendute e altrettanto a valore. Lo scorso anno lo 0,7% a copie e lo 0,8% a valore. Tenendo presente che – oltre ai canali non rappresentati da Nielsen – restano escluse le vendite fatte in occasione di fiere e festival di settore (dove diversi mercati si sono attrezzati e organizzati per rendere più efficiente la loro presenza), e quelle nelle fumetterie. Soprattutto vediamo crescere il mercato dell’80,6% negli ultimi sei anni a copie e ben del 93,0% a valore.

Hanno partecipato Emanuele Di Giorgi (tunué), Monica Manzotti (Nielsen; scarica l’allegato per consultare la sua presentazione), Giovanni Peresson (Aie).

Immagine di sfondo © Silvia Mansutti | Mohole

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.