Il tuo browser non supporta JavaScript!

Il pubblico delle biblioteche

Attenzione, controllare i dati.

Venerdì 9 marzo
ore 10.30-11.20
Tempo di Libri
fieramilanocity – Sala Suite 1
Il pubblico delle biblioteche

In Italia, 8 milioni 654 mila persone dichiarano di essere state in biblioteca almeno una volta nel corso del 2015. Il 15,1% sul totale della popolazione di 6 anni e più, a fronte di quote che – negli altri Paesi europei – sono molto più consistenti: il 23% dei tedeschi, il 33% di spagnoli e francesi e il 47% dei cittadini del Regno Unito. Né va molto meglio guardando alla frequenza delle visite: il 55,9% degli utenti è andato in biblioteca 1-5 volte nell’arco di un anno; l’11,8% è andato 6-9 volte e il 32,3% 10 o più volte, mostrando un panorama stabile rispetto al 2006.

Il dato italiano fa parte dell’indagine periodica di Istat I cittadini e il tempo libero, che dal 1995 rileva – ogni 5/10 anni – molteplici informazioni sulla lettura di libri, quotidiani, settimanali e periodici, sulla fruizione delle biblioteche e, più in generale, sulle modalità di impiego del tempo libero dentro e fuori casa. Per il 2015, lo studio è stato condotto su un campione di 24 mila famiglie (tutti i componenti sono stati intervistati), distribuite in circa 850 comuni di diversa ampiezza demografica.

Lo studio ci permette, in collaborazione con Istat, di rispondere ad alcune interessanti domande. Qual è il pubblico che frequenta le biblioteche in Italia? Quali sono le differenze territoriali e regionali, per genere, fascia di età, quali i motivi della frequentazione e le attività che si svolgono principalmente?

Hanno partecipato Miria Savioli (Istat, scarica l'allegato per consultare la sua presentazione) e Antonella Agnoli (Consulente bibliotecaria). Ha moderato Giovanni Peresson (Aie).

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.