Il tuo browser non supporta JavaScript!

Editoria religiosa tra dinamiche di mercato e nomadismo degli autori

Attenzione, controllare i dati.

Giovedì 12 maggio 2016, ore 14
Salone Internazionale del Libro di Torino - Sala Professionale

I bestseller tra gli autori religiosi? Sono pubblicati prevalentemente dai marchi dei grandi gruppi editoriali laici. D
ei 53 autori di libri di argomento religioso più venduti nel 2015 il 23% è simultaneamente presente con più titoli nei cataloghi di case editrici laiche e cattoliche. Circa uno su quattro. Tuttavia se si analizza l’andamento degli ultimi tre anni, il fatturato dei titoli religiosi pubblicati dagli editori laici è calato del 23%, mentre quello degli editori confessionali è calato solo del 4%. Sintomo di una trasformazione profonda che sta investendo il settore dell’editoria religiosa: dal mondo autoriale a quello della produzione e della distribuzione.

È quanto emerge dai dati del Sesto osservatorio sull’editoria religiosa, commissionato dall’Unione Editori e Librai Cattolici Italiani (Uelci) al Consorzio dell’Editoria Cattolica (Cec) in collaborazione con l’Ufficio Studi dell’Associazione Italiana Editori (Aie) che è stato presentato nell’ambito dell’incontro Editoria religiosa tra dinamiche di mercato e nomadismo degli autori, svoltosi giovedì 12 maggio alle 14 nella Sala Professionale del Salone internazionale del Libro di Torino.

Sono intervenuti Giovanni Cappelletto (Centro Ambrosiano), Pietro D'Amore (Castelvecchi Editore), Simone Berlanda (Libreria Àncora di Trento), Giovanni Peresson (Associazione Italiana Editori, scarica l'allegato per consultarne la presentazione), coordinati da Giorgio Raccis (Consorzio Editoria Cattolica).


Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.