Il tuo browser non supporta JavaScript!
Mercato

Usa. I risultati complessivi del mercato editoriale nel 2018

di Antonio Lolli notizia del 25 giugno 2019

Attenzione, controllare i dati.

Nel 2018 l’economia statunitense ha raggiunto il risultato migliore degli ultimi 13 anni, con il Pil cresciuto del 2,9%, dopo il +2,2% del 2017. In un questo quadro economico positivo, il mercato editoriale ha visto un aumento del fatturato netto degli editori nei canali trade ma un calo di quello complessivo (che comprende anche i settori educativo, universitario e professionale).

Secondo i dati resi noti dall’Association of American Publishers, dopo i dati parziali pubblicati lo scorso aprile, il fatturato netto complessivo del settore si è attestato infatti a 25,82 miliardi di dollari, contro i 26,23 miliardi di dollari del 2017, con un calo di circa l’1,6%. Contemporaneamente, il fatturato netto nei soli canali trade ha segnato un +1,5% (da 15,95 miliardi di dollari nel 2017 a 16,19 miliardi nel 2018). Un risultato positivo che conferma e rafforza il trend positivo registrato negli ultimi anni: dal 2013 al 2018 il fatturato netto nei canali trade è cresciuto di circa un miliardo di dollari.




La saggistica è la categoria che ha registrato la migliore performance del 2018. I dati riportati nello StatShot Annual Report dell’AAP evidenziano soltanto la crescita rispetto al 2014: un risultato positivo a doppia cifra sia nel settore Adult (+22,8%) sia nel settore bambini e YA (+38,5%). Anche in termini di copie vendute la saggistica conferma il proprio successo, con un +20,9% per quella Adult e un +17,8% per quella bambini e YA, sempre rispetto al 2014.
Rispetto al 2017, il fatturato netto dei titoli di saggistica è cresciuto di circa il 10%, quello della narrativa per bambini e ragazzi dell’1,6%, mentre la narrativa per adulti si è mantenuta sostanzialmente stabile, con un +0,4%.

Se nel 2017, per la prima volta, le vendite nelle librerie fisiche e negli store online avevano generato pressoché lo stesso giro d’affari, nel 2018 si è le vendite online hanno decisamente sorpassato le altre: 8,03 miliardi di dollari contro i 6,90 miliardi realizzati nelle librerie fisiche.

Chi acquista online continua a preferire il libro cartaceo, che si conferma essere, anche nel 2018, il formato maggiormente scelto (45,1% del totale), seguito dagli e-book con  il 24,5%. Gli audiolibri digitali incidono invece per una quota del 13,7% sul totale delle vendite (era il 10,5% nel 2017).

Dal punto di vista dei formati digitali, continua il periodo d’oro degli audiolibri, con consistenti incrementi in termini di fatturato:  +28,7% rispetto al 2017 e addirittura un +181,8% rispetto al 2014. Nonostante rappresentino ancora una fetta piuttosto limitata del mercato complessivo, gli audiolibri stanno diventando sempre più popolari tra i lettori. Un successo che si inserisce in un contesto che vede i cambiamenti nello stile di vita delle persone e i ritmi frenetici della quotidianità andare a incidere anche sull’organizzazione dei tempi dedicati alla lettura, che è sempre più spesso un’attività svolta in mobilità e soggetta a un elevato grado di frammentazione.

I primi dati relativi al 2019, infine, enfatizzano ulteriormente il trend di crescita del mercato trade. Nel primo trimestre il fatturato è risultato pari a 1,61 miliardi di dollari, con una crescita del 6,0% rispetto allo stesso periodo del 2017. Tutte le principali categorie risultano in crescita, con un risultato particolarmente positivo per i libri a tematica religiosa (+20,6%).


L'autore: Antonio Lolli

Editor presso la redazione del Giornale della libreria. Dopo la laurea in Ingegneria e l’esperienza di ricerca in ambito accademico svolta presso l’università di Bologna, seguo il mondo editoriale nelle sue diverse sfaccettature, con particolare interesse per il confronto tra le realtà dei diversi Paesi del mondo e per le ultime novità dal punto di vista produttivo e tecnologico.

Guarda tutti gli articoli scritti da Antonio Lolli

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.