Il tuo browser non supporta JavaScript!
Mercato

Paesi Bassi. Il mercato editoriale nel 2017

di Antonio Lolli notizia del 31 maggio 2018

Attenzione, controllare i dati.

L’economia dei Paesi Bassi si conferma essere una delle più sviluppate a livello mondiale, con un solido mercato del lavoro, il Pil che si prevede crescerà del 3,3% nel 2018 e del 3% nel 2019 e una elevata competitività a livello globale. Si trova infatti al quarto posto nell’ultima classifica del Global Competitiveness Report del World Economic Forum, preceduta soltanto da Svizzera, Stati Uniti e Singapore.

I dati relativi al mercato editoriale nel 2017 rilevati da KvB Boekwerk e Gfk fotografano un settore in ripresa dopo i segni negativi che hanno caratterizzato gli anni della crisi, con una tendenza a una leggera crescita delle vendite di libri ed e-book nei canali trade – esclusi i testi scolastici e professionali – sia a valore che a volume. Il fatturato è infatti passato da 524 milioni di euro a 530 milioni, con un aumento dell’1,1%, mentre le copie vendute sono state circa 41 milioni, contro i 40,7 milioni del 2016, pari a un +0,7%. Segni positivi che si confermano per il terzo anno consecutivo, anche se è ancora consistente il divario con i risultati precedenti alla crisi. Basti pensare che nel 2008 le copie vendute erano state più di 50 milioni.  La crescita rilevata nel 2017 è però inferiore rispetto a quella del 2015 (+4% a valore e +5% a volume) e del 2016 (+5% sia a valore che a volume). Gli olandesi l’anno scorso hanno comprato in media 2,4 libri a testa spendendo circa 12,85 euro a titolo.


Anche negli anni più pesanti della crisi le vendite di e-book a volume hanno continuato a registrare segni positivi, con una tendenza alla stabilizzazione solo nel 2017. L’anno scorso infatti sono state 2,7 milioni le copie di e-book vendute, contro i 2,68 milioni del 2016 (+0,5%). Oggi sono 51.428 i titoli di e-book disponibili, con un prezzo medio di circa 9 euro. In Olanda esistono ancora aliquote differenziate per libri ed e-book: una ridotta del 6% per i primi (la stessa dei beni alimentari, dei farmaci e dei quotidiani) e una intera del 21% per i secondi.



È la narrativa la categoria che rappresenta ancora la quota principale di libri venduti, con il 39% delle vendite, anche se in calo negli ultimi anni (era il 43% nel 2012). A crescere progressivamente è invece la quota dei libri per bambini e ragazzi, arrivata al 26% del totale, contro il 21% del 2012. Pressoché stabile la saggistica, passata nello stesso intervallo di tempo dal 29% al 31%. Se analizziamo i comportamenti degli acquirenti in termini di scelta del canale di vendita, quattro libri su cinque sono acquistati in un punto vendita fisico (libreria, cartolibreria o altro tipo di negozio), mentre la restante parte in uno store online.



A livello internazionale, l’unico vero grande best seller del 2017 è Origin di Dan Brown, che è presente nella Top3 in diversi Paesi, come l’Argentina, il Canada, la Germania, gli Stati Uniti, la Svezia e l’Italia dove occupa il secondo gradino del podio. Nei Paesi Bassi la versione olandese del libro Oorsprong è il libro più venduto dell’anno, con 243.770 copie. Al secondo posto Judas – best seller del 2016 – la storia del criminale Willem Holleeder (in carcere fino al 2012 per diversi reati tra cui il rapimento di Freddy Heineken, proprietario della famosa marca di birra) scritta dalla sorella Astrid, mentre al terzo gradino ecco l’ultimo thriller della scrittrice statunitense Karin Slaughter, la cui versione italiana, La figlia modello, è pubblicata da HarperCollins Italia. Questi sono gli unici tre titoli ad aver venduto almeno 100 mila copie (erano sei nel 2012) nel corso dell'anno.


  1. Dan Brown, Oorsprong, Luitingh Sijthoff, 2017
  2. Astrid Holleeder, Judas, Lebowski, 2016
  3. Karin Slaughter, Goede Dochter, HarperCollins, 2017

L'autore: Antonio Lolli

Editor presso la redazione del Giornale della libreria. Dopo la laurea in Ingegneria e l’esperienza di ricerca in ambito accademico svolta presso l’università di Bologna, seguo il mondo editoriale nelle sue diverse sfaccettature, con particolare interesse per il confronto tra le realtà dei diversi Paesi del mondo e per le ultime novità dal punto di vista produttivo e tecnologico.

Guarda tutti gli articoli scritti da Antonio Lolli

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.