Il tuo browser non supporta JavaScript!
Mercato

Il fumetto digitale non decolla in Nord America

di Alessandra Rotondo notizia del 17 ottobre 2019

Attenzione, controllare i dati.

Se in Giappone il mercato dei fumetti è sempre più legato alla lettura a schermo, con i manga digitali che si apprestavano al sorpasso del cartaceo già qualche anno fa, la tendenza non sembra affatto coinvolgere il Nord America. Infatti, nonostante i comics digitali siano molto facili da acquistare e relativamente facili da fruire, non riescono a trovare posto con immediatezza tra le abitudini di consumo mediale dei lettori canadesi e statunitensi.

Solo il 9% delle vendite di comics dell’area si realizza su Comixology (la piattaforma acquisita da Amazon nel 2014 che un paio d’anni fa lanciava la sua offerta Unlimited) e sugli altri canali, minori, di distribuzione. Nel complesso, un giro d’affari che nel 2019 ha generato all’incirca 100 milioni di dollari. Il restante 90% dei fumetti continua invece a essere acquistato in formato fisico, rivolgendosi alla libreria o al negozio di fumetti (la «fumetteria»).


La rivista specialistica «ICv2», dedicata ai retailer che si muovono all’interno della geek culture, ha stimato che il valore complessivo del mercato dei fumetti in Canada e negli Stati Uniti ha sfiorato gli 1,1 miliardi di dollari nel 2018, manifestando un modesto incremento rispetto ai volumi dell’anno precedente. Si tratta, è bene precisarlo, di un segmento largamente condizionato dagli andamenti dei due maggiori player di settore: Marvel Comics e DC Comics, che pubblicano quasi esclusivamente fumetti di supereroi di proprietà aziendale e insieme coprono circa l'80% di tutti i fumetti venduti attraverso il mercato diretto.

Sebbene le fumetterie realizzino la stragrande maggioranza dei loro fatturati proprio attraverso la vendita dei superhero comics, è tutt’altro ciò che avviene con le vendite in libreria. Secondo Bookscan, infatti, i fumetti per bambini e i graphic novel rappresentano ben il 41% dei comics acquistati attraverso il canale della libreria. Un ulteriore 28% è coperto dai manga, mentre ai supereroi va una quota inferiore al 10%, peraltro in calo di più di 9 punti rispetto a un anno fa.

L'autore: Alessandra Rotondo

Laureata in Relazioni internazionali e specializzata in Comunicazione pubblica alla Luiss Guido Carli di Roma, ho conseguito il master in Editoria di Fondazione Mondadori, Unimi e Aie. Da diversi anni mi occupo di contenuti, dal 2015 al Giornale della libreria. Molti dei miei interessi coincidono con i miei ambiti di ricerca e di lavoro: i social media e la cultura digitale, il branded content, l'e-commerce, i libri non necessariamente di carta e l’innovazione in quasi tutti i suoi aspetti. Fuori e dentro Internet.

Guarda tutti gli articoli scritti da Alessandra Rotondo

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.