Il tuo browser non supporta JavaScript!
Mercato

Francia: in aumento del 19,5% le traduzioni di titoli dall’italiano

di Antonio Lolli notizia del 11 aprile 2017

Attenzione, controllare i dati.

I francesi traducono sempre di più. E sempre più spesso da lingue diverse dall’inglese. Queste sono le prime considerazioni che emergono dallo studio pubblicato da Livres Hebdo relativo alle opere in  traduzione pubblicate nel 2016. Su 68.069 titoli complessivamente pubblicati in Francia l’anno scorso, il 18,3% è rappresentato da novità o nuove edizioni in traduzione (12.476 titoli). Rispetto al 2015 (quando le opere in traduzione rappresentavano il 17,7% del totale) questo corrisponde a un incremento del 5,3%.

L’inglese continua a essere la lingua più tradotta anche se sta calando anno dopo anno la sua quota rispetto al totale: il 57,6% delle traduzioni, contro il 58,1% del 2015 e il 60,2% del 2013. Al secondo posto il giapponese, con il 12,5% delle traduzioni e una crescita dell’8,6% rispetto all’anno scorso, grazie non solo alla traduzione di manga (+6,1%) ma anche di libri di narrativa per ragazzi. La terza lingua più tradotta è il tedesco con il 6,2% del totale, mentre al quarto posto ecco l’italiano, che rappresenta il 5% delle traduzioni. Se nel 2015 erano stati 523 i titoli tradotti dall’italiano, nel 2016 sono aumentati del 19,5%, arrivando a 625. Una crescita che riguarda in particolare le traduzioni di titoli di narrativa per ragazzi di autori italiani (+57%), ma anche di titoli a tematica religiosa (+41,7%) e di scienze sociali.

Più di un terzo delle traduzioni del 2016 sono state pubblicate in formato tascabile (34,9%). Rispetto al totale dei romanzi pubblicati, quelli in traduzione rappresentano il 40,4%, in calo rispetto al 40,6% del 2015. La narrativa continua comunque a essere la categoria più tradotta per numero di titoli: sui 12.476 titoli tradotti nel 2016, 3.870 sono infatti opere di narrativa. Nel 2016, un romanzo tradotto su quattro era di lingua originale inglese (75,4% contro il 74,6% del 2015). Se analizziamo l’incidenza dei testi tradotti all’interno delle singole categorie, vediamo che sono però i fumetti i titoli in cui le traduzioni di opere straniere sono più frequenti:  sul totale dei titoli di bande dessinée pubblicati in Francia nel 2016, il 42,5% era infatti in traduzione, contro il 40,5% del 2015.

Questi numeri si inseriscono in un quadro che vede una crescita zero delle vendite di libri a valore in Francia. Sono solo tre le categorie che hanno registrato aumenti rispetto al 2015: i libri per bambini e ragazzi, con un +4,5%, i tascabili e i titoli di saggistica, entrambi con un +1,5%.

I dati definitivi sul mercato editoriale francese e sul numero di titoli tradotti saranno resi noti dal Syndicat national de l'édition nei prossimi mesi.

L'autore: Antonio Lolli

Editor presso la redazione del Giornale della libreria. Dopo la laurea in Ingegneria e l’esperienza di ricerca in ambito accademico svolta presso l’università di Bologna, seguo il mondo editoriale nelle sue diverse sfaccettature, con particolare interesse per il confronto tra le realtà dei diversi Paesi del mondo e per le ultime novità dal punto di vista produttivo e tecnologico.

Guarda tutti gli articoli scritti da Antonio Lolli

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.