Il tuo browser non supporta JavaScript!
Mercato

Cina: si conferma la crescita del mercato del libro

di Antonio Lolli notizia del 31 gennaio 2018

Attenzione, controllare i dati.

La Cina, un universo di contraddizioni. Da una parte la grande crescita economica, che ha portato il Paese del Dragone a diventare uno dei principali mercati a livello globale, dall’altro l’ancora scarsa libertà di espressione e la difficile condizione delle voci dissidenti. È notizia di qualche giorno fa il nuovo arresto dell’editore e libraio di Hong Kong Gui Minhai, fermato da una decina di poliziotti in borghese che l’hanno costretto a scendere dal treno diretto a Pechino su cui viaggiava insieme a due funzionari dell’ambasciata svedese. Una notizia che ha generato forti preoccupazioni all’interno della comunità editoriale internazionale. Per non parlare della storia di Liu Xiaobo, lo scrittore premio Nobel per la pace – morto a luglio dell’anno scorso – arrestato nel 2008 per la sua attività in difesa della libertà e dei diritti umani.

Aldilà di questa grave situazione, seguita con sempre maggiore coinvolgimento da parte dell’opinione pubblica internazionale, i risultati del settore editoriale cinese hanno mostrato una notevole spinta alla crescita. Il mercato retail del libro fisico ha registrato infatti importanti segni positivi negli ultimi anni: +12,8% nel 2015 e +12,3% nel 2016. Un aumento a doppia cifra confermato anche dai risultati del 2017. Secondo i dati di China OpenBook – l’azienda cinese leader nel monitoraggio del settore editoriale – il mercato infatti ha segnato un +14,6% rispetto al 2016. Il settore bambini e ragazzi continua a essere il principale volano della crescita, rappresentando oltre un terzo totale. E i motivi di questo successo sono diversi, basti pensare che il bacino di pubblico a cui il settore si rivolge è costituito da 370 milioni di bambini e ragazzi di età inferiore a 18 anni. Un bacino destinato ad aumentare – secondo le stime – di almeno tre milioni di bambini l’anno nei prossimi cinque anni, grazie alla fine dell’era del figlio unico. Dal 1979, anno della sua introduzione, la politica del figlio unico ha certamente contrastato l’incremento demografico del Paese ma come conseguenza ha portato a un invecchiamento della popolazione.

Ma dove si comprano più frequentemente i libri in Cina? Com’era facile aspettarsi, sempre di più negli store online, che hanno registrato nel 2017 una crescita di vendite del 28,8%. Le librerie fisiche invece continuano a soffrire della concorrenza dell’online, seppur con risultati migliori dell’anno precedente. Le vendite infatti sono cresciute del 2,3% rispetto al 2016, anno in cui era stato rilevato un calo dello stesso ordine di grandezza.

È interessante osservare che il libro più venduto dell’anno – nella categoria narrativa – è stato il best seller anche del 2016. Si tratta del romanzo Miracles of the Namiya General Store dello scrittore giapponese Keigo Higashino, prolifico autore di successi letterari, visto che anche il quarto e il quinto posto della classifica sono occupati da suoi titoli. Al secondo gradino del podio  troviamo quello che ormai è diventato un classico della letteratura: Il cacciatore di aquiloni di Khaled Hosseini (pubblicato in Italia nel 2004), seguito dal romanzo per ragazzi Ferryman della scrittrice scozzese Claire McFall, più conosciuta in Cina che nel suo Paese. La classifica dei best seller di narrativa è ricca di autori stranieri (il primo scrittore cinese lo troviamo in sesta posizione), segno di un aumento di interesse verso la produzione letteraria internazionale. La classifica delle opere di saggistica è invece ancora quasi esclusivamente cinese, con il libro sull'infanzia del presidente Xi Jinping (Xi Jinping’s Seven Years as an Educated Youth) a svettare come titolo più venduto della categoria per l'anno appena trascorso.

L'autore: Antonio Lolli

Editor presso la redazione del Giornale della libreria. Dopo la laurea in Ingegneria e l’esperienza di ricerca in ambito accademico svolta presso l’università di Bologna, seguo il mondo editoriale nelle sue diverse sfaccettature, con particolare interesse per il confronto tra le realtà dei diversi Paesi del mondo e per le ultime novità dal punto di vista produttivo e tecnologico.

Guarda tutti gli articoli scritti da Antonio Lolli

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.