Il tuo browser non supporta JavaScript!
Lettura

World Book Night, in Usa non ci sarà una quarta edizione: «Non è economicamente sostenibile»

di P. Sereni notizia del 10 luglio 2014

Attenzione, controllare i dati.

Dopo tre anni di attività lo spin off americano della World Book Night, una delle più grandi e importanti iniziative di promozione della lettura del mondo anglosassone, nata in Gran Bretagna e Irlanda nel 2000, chiude i battenti.
A incidere sulla decisione di non riproporre l’evento che quest’anno ha visto distribuire dai volontari oltre 500mila copie dei volumi selezionati, inutile nasconderselo, sono stati principalmente i costi. «Abbiamo tentato di coinvolgere dei partner che potessero essere interessati alla causa ma, nonostante le donazioni ottenute, non siamo più in grado di finanziare gli alti costi che ricadono su editori, autori, librai, bibliotecari e distributori» ha evidenziato Carl Lennertz, direttore dell’evento, in una recente intervista a «Publishers Weekly».
Interrogarsi sulla sostenibilità del modello economico dell'iniziativa può sembrare ozioso, ma è l'unico modo per riuscire a valutarne la portata. Come ricordava infatti il nuovo presidente del Centro per il libro e la lettura, Romano Montroni in una recente intervista, affinchè le iniziative di promozione della lettura risultino efficaci è necessario che godano di una continuità che solo la reale sostenibilità economica può garantire.
Nel modello della WBN tutti gli attori della filiera mettono a disposizione gratuitamente parte del loro know-how e delle loro risorse: gli editori con la stampa di edizioni speciali dei libri scelti dall’organizzazione, gli autori rinunciando alle royalties, librerie e biblioteche aprendo i propri locali fino a tarda notte e i volontari, vero motore dell’iniziativa, distribuendo nelle proprie comunità (nei parchi come nei ristoranti o nelle case di riposo) i volumi.
La notizia della sospensione dell’edizione americana non è l’unico neo che offusca la sostenibilità della World Book Night. Giusto lo scorso anno, dopo l’adesione entusiasta del 2013, anche lo spin off tedesco ha dichiarato di voler mettere in stand by l’iniziativa e, anche qui, il problema principale pare essere stato la mancanza di fondi sufficienti.
Ad ogni modo la risoluzione americana non avrà ripercussioni nel Vecchio continente. L’edizione inglese è infatti già stata confermata anche per il 2015. Sono infatti aperte le adesioni per i volontari che durante la nottata del 23 aprile, data nella quale in tutto il mondo si festeggia il libro, distribuiranno gratuitamente una serie di titoli selezionali nelle loro comunità.

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.