Il tuo browser non supporta JavaScript!
Lettura

Francia. Un giovane su 10 ha difficoltà nella comprensione del testo

di Denise Nobili notizia del 10 June 2019

Attenzione, controllare i dati.

Uno studio del Ministero dell’educazione francese fa luce sulla situazione allarmante dei giovani e la lettura in Francia: sottoposti ad alcune domande sulla lettura di un testo, l’11,5% dei giovani di età compresa tra i 16 e i 25 anni mostra gravi difficoltà di comprensione.

Ma i dati peggiorano se guardati nel dettaglio. La metà di loro (il 5,2%), infatti, presenta lacune così forti da poter essere considerata analfabeta, secondo i criteri dell’Anlci, l’agenzia francese di lotta contro l’analfabetismo. Insufficienze che riguardano il vocabolario, la comprensione di periodi complessi, ma anche l’autonomia nella lettura.

Del restante 6,3% le lacune non toccano invece il lessico: i ragazzi in questo caso possederebbero un buon lessico orale, ma le difficoltà emergono comunque nella comprensione generale del testo scritto.

Non più confortante è l’analisi di un’altra fascia emersa dal test: i «lettori mediocri», il 10,9% del campione. I ragazzi in questo caso mostrano una buona capacità a rispondere alle domande di comprensione del testo, ma forte mancanze nel vocabolario (riconoscono in media la metà delle parole proposte). L’insufficienza lessicale non inibisce la loro capacità di sapersela cavare a estrarre comunque un senso dalla lettura di periodi complessi, probabilmente attraverso strumenti compensativi di tipo logico.



Il test viene condotto ogni anno in occasione della Journée Défense et citoyenneté (JDC), che permette al Ministero di sottoporre il test a un campione importante di giovani tra i 16 e i 25 anni. I risultati ottenuti per questa edizione, a cui hanno partecipato 713 mila ragazzi, sono in linea con quelle degli scorsi anni, anche se – precisa il Ministero – si tratta di dati probabilmente sovrastimati a causa del modo in cui il sistema informatico gestisce le mancate risposte.

Vale la pena anche prestare attenzione ad alcune variabili messe in gioco, come quella del genere. La percentuale di giovani maschi che mostrano difficoltà nella lettura e comprensione, infatti, è superiore di alcuni punti rispetto a quella del campione femminile: il 13,2% contro il 9,6%. I ragazzi più spesso mostrerebbero difficoltà nella decodifica di un testo scritto, nell’essere autonomi nella lettura e mostrerebbero mancanze lessicali importanti.

Anche considerando la regionalità, emergono differenze significative a seconda del dipartimento di provenienza dei ragazzi. In generale le situazioni più difficili si concentrano nel nord della Francia (con percentuali di giovani con difficoltà di lettura tra il 12 e il 20%) ed emerge drammatica la situazione delle isole dove le percentuali superando anche il 20%.

L'autore: Denise Nobili

Laureata in Filologia, mi sono poi specializzata e ho lavorato in comunicazione, approdando infine al Master in Editoria della Fondazione Mondadori. Oggi lavoro come editor al Giornale della Libreria, e mi occupo di accessibilità digitale in Fondazione LIA.
Sono interessata a tutto ciò che è comunicazione della cultura, nuovi media, e mi affascinano gli aspetti più pop e innovativi del mondo del libro.

Guarda tutti gli articoli scritti da Denise Nobili

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.