Il tuo browser non supporta JavaScript!
Lettura

Croazia: in aumento la lettura di libri e di e-book. Il 40% dei titoli letti è in traduzione

di Antonio Lolli notizia del 6 giugno 2017

Attenzione, controllare i dati.

Gli ultimi dati rilevati da Gfk Croatia mostrano nel 2016 un aumento dei tassi di lettura in Croazia. L’indagine, condotta su un campione di mille persone di età superiore ai 15 anni, ha evidenziato che l’anno scorso il 53% degli intervistati ha letto almeno un libro, con un aumento del 6% rispetto al 2015.
Se scendiamo nel dettaglio vediamo che, come avviene nella maggior parte dei Paesi, la lettura è più diffusa nelle città (70% del totale) e tra le persone dotate di un livello di istruzione elevato (69%). Le donne leggono in media più degli uomini (65% del totale) e anche i giovani di età inferiore a 24 anni sono più interessati alla lettura rispetto al totale (62%).

Data la sua collocazione geografica, la Croazia è da sempre un crocevia di culture, di lingue e di religioni e i suoi abitanti si dimostrano ancora particolarmente attenti a quello che avviene al di là dei confini, anche da un punto di vista editoriale. Il 40% dei libri letti è infatti la traduzione di un’opera inizialmente pubblicata all’estero in una lingua straniera. Com’era facilmente prevedibile, il croato è la lingua in cui è pubblicata la maggior parte dei libri letti (85% del totale), seguita dall’inglese con il 15%.
Nella capitale Zagabria si legge di più rispetto alla media: il 64% degli intervistati che risiedono in città ha dichiarato di aver letto almeno un libro nell’anno passato, ma anche in Istria la percentuale è più elevata della media (62%).
La libreria fisica si conferma essere ancora il luogo preferito in cui acquistare libri, ma è in crescita l’incidenza degli store online, a cui si è rivolto il 12% degli intervistati contro il 6% dell’anno precedente.

I dati relativi al 2017 confermano poi il trend in crescita della lettura. Nei primi tre mesi dell’anno, 908 mila persone – circa il 25% della popolazione – ha comprato almeno un libro: un dato superiore rispetto allo stesso periodo del 2016.
Anche la lettura di e-book è in aumento. Il 12% dei croati ha letto un libro in formato digitale nei primi tre mesi dell’anno, rispetto all’8% del 2016 e il 72% degli intervistati con più di 15 anni possiede un device per la lettura di e-book.

L'autore: Antonio Lolli

Editor presso la redazione del Giornale della libreria. Dopo la laurea in Ingegneria e l’esperienza di ricerca in ambito accademico svolta presso l’università di Bologna, seguo il mondo editoriale nelle sue diverse sfaccettature, con particolare interesse per il confronto tra le realtà dei diversi Paesi del mondo e per le ultime novità dal punto di vista produttivo e tecnologico.

Guarda tutti gli articoli scritti da Antonio Lolli

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.