Il tuo browser non supporta JavaScript!
Lettura

7,7 milioni di francesi hanno già ascoltato un audiolibro

di Alessandra Rotondo notizia del 21 marzo 2019

Attenzione, controllare i dati.

Si è concluso da pochi giorni Livre Paris, il salone del libro di Parigi, durante il quale – come d’abitudine – sono stati presentati i dati del barometro sulla lettura digitale nel Paese, condotto per la nona volta da Sne (Syndicat national de l'édition), Sgdl (Société des gens de lettres) e Sofia (Société française des intérêts des auteurs de l'écrit).

Tra i comportamenti emergenti messi in risalto dalla ricerca, s’impone quest’anno la lettura in ascolto. In particolare, un sondaggio condotto tra il 30 gennaio e il 19 febbraio 2019 – inizialmente su un campione di 2.033 persone, dal quale sono stati poi estratti i 317 utenti «effettivi» cui porre le domande pratiche – ha rivelato che il 14% della popolazione francese di età superiore ai 15 anni ha ascoltato almeno un audiolibro nell’anno in corso (7,7 milioni di persone). Un ulteriore 7% ha intenzione di farlo.

Se in una prospettiva di genere il consumo editoriale in cuffia si distribuisce equamente tra donne e uomini, una lieve dominanza si osserva nella classe socioeconomica «CSP +» – grossomodo sovrapponibile con quella che in inglese chiameremmo upper middle class – e tra i residenti dell’Île de France, la regione attorno alla capitale che produce circa un quarto del prodotto interno lordo francese; il cui reddito pro capite – oltre ad essere di gran lunga il più elevato tra le regioni francesi – supera del 70% la media europea.

Contrariamente alla vox populi che vorrebbe l’audiolibro come supporto indicato per le persone più adulte, il suo consumo, in Francia, diminuisce con l'età: è il 21% di chi ha 15-24 anni ad averne ascoltato almeno uno, contro il 15% dei 35-49enni e il 9% degli ultrasessantacinquenni. Nella maggior parte dei casi, poi, la pratica dell’ascolto si manifesta come un comportamento estremamente recente: è più della metà degli attuali ascoltatori (51%) a dichiarare di non averne fruito nessuno solo un anno fa, ad esempio.

In maniera non dissimile rispetto a quanto avviene per chi consuma e-book, anche gli ascoltatori di audiolibri sono tendenzialmente «lettori forti», tanto che il 29% di loro legge più di 20 libri stampati l'anno (contro il 22% dei francesi in generale).

Sul fronte delle finestre – spaziali e temporali – di fruizione, la maggior parte degli ascolti si concentrano sul momento dello spostamento tra casa e lavoro (e ritorno), in particolare con riguardo al trasporto pubblico. Gli smartphone, device nomade per eccellenza, sono i dispositivi di lettura preferiti (43%), seguiti da tablet (33%) e laptop (31%). Il sondaggio, inoltre, mette in luce il già significativo tasso di ascolti che passano per gli smart speaker (10%).

Per quanto riguarda, infine, la modalità d’acquisizione, a primeggiare è il download (pagante) dell’audiolibro in formato digitale (34%), seguito dal prestito in biblioteca (30%), quello personale (17%) e l’acquisto di audiolibri fisici (14%).

I lettori digitali, nel complesso, risulterebbero anche abbastanza onesti: il 69% riferisce di non aver mai fatto ricorso a un libro elettronico (audio o meno) piratato. A motivare il comportamento probo, essenzialmente il rispetto del diritto d’autore. E se l’accesso all’offerta illegale riguarda comunque un 22% dei lettori (peraltro in crescita del 5% rispetto alla rilevazione precedente) a giustificarla è più che altro l’indisponibilità – sui canali legali – dei titoli cercati. Una pirateria etica, verrebbe da dire.

 

L'autore: Alessandra Rotondo

Editor presso la redazione del Giornale della libreria. Mi sono laureata in Relazioni internazionali e specializzata in Comunicazione pubblica alla Luiss Guido Carli di Roma, poi ho conseguito il master in Editoria di Fondazione Mondadori, Unimi e Aie. Molti dei miei interessi coincidono con i miei ambiti di ricerca e di lavoro: i social media e la cultura digitale, il branded content, l'e-commerce, i libri non necessariamente di carta e l’innovazione in quasi tutti i suoi aspetti. Fuori e dentro Internet.

Guarda tutti gli articoli scritti da Alessandra Rotondo

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.